Coronavirus, la situazione in Molise sta assumendo dimensioni preoccupanti e la sanità è ormai al collasso. A lanciare l’allarme è il consigliere regionale del Partito Democratico, Vittorino Facciolla, secondo il quale la gestione dell’emergenza Covid Florenzano-Toma è fallimentare.
“La situazione sanitaria in Molise precipita di ora in ora – ha dichiarato – Aumenta il numero dei contagi e, di conseguenza, il numero dei pazienti che necessitano di ricovero in Ospedale. Non aver creato un ospedale Covid sta facendo sì che il Cardarelli di Campobasso non sia più in grado di gestire l’emergenza e si stiano saturando man mano tutti gli altri ospedali della regione. Il Cardarelli non ha più posto in rianimazione. Il reparto di medicina d’urgenza del reparto San Timoteo di Termoli è al collasso, sono attualmente 7 i malati Covid ricoverati”.
L’esponente del Pd, intanto, ha posto l’accento sulla carenza di personale, “sfiancato da turni – ha aggiunto – e come sappiamo gli operatori socio sanitari assunti come partite iva, in caso si ammalino, non hanno diritto a copertura sanitaria né vengono pagati in caso di malattia. Se si fosse affrontata l’emergenza con serietà e lungimiranza gli oss ed il personale sanitario avrebbe dovuto essere assunti con contratti quanto meno a tempo determinato: le risorse economiche e finanziarie c’erano e ci sono. In tutto ciò non vorremo fare la fine della Calabria dove, un commissario alla Sanità non sapeva che avrebbe dovuto redigere un piano Covid; il nostro commissario, concorrendo con le gravi colpe di Toma e Florenzano evidentemente lo ha fatto in modo inadeguato alle esigenze dei molisani”, ha chiuso Facciolla.

Potrebbe interessanti anche:

Assessora e membro di ‘Azione’: Leda Ruggiero “congela” la partecipazione al partito

Assessora e membro di Azione: due cariche incomptabili? Sulla questione fa luce la diretta…