Veniamo al calcio: oggi il Ministero dell’Interno ha fatto delle precisazioni riguardo la possibilità di svolgere gli allenamenti da parte degli atleti di sport di contatto, seppur individualmente. Ebbene, il Ministero ha affermato che vengono sospese non solo le gare e le competizioni, ma tutte le attività connesse, quindi vengono ricompresi anche gli allenamenti in forma inviduale. Limitazioni davvero stringenti e che escludono la possibilità di allenarsi e fare sport liberamente da parte di chi pratica sport di contatto.

Come anticipato ieri, le consultazioni delle società di serie D sono arrivate ad una conclusione definitiva: quella di proseguire regolarmente il campionato nel rispetto delle nuove norme del dpcm, cioè con la novità delle porte chiuse. Hanno votato a favore il 74% di società, il 26% ha votato per una sospensione dei giochi fino al 24 novembre che è stata scongiurata. Va detto che hanno votato in totale 138 delle 166 società di quarta serie.

Campobasso con la testa alla trasferta di Genzano contro una squadra di tutto rispetto come l’Albalonga elogiata pure da Cudini nella conferenza di domenica scorsa. I romani hanno sette punti con una gara da disputare, quella saltata a Giulianova domenica scorsa per positività di un tesserato laziale. Subito dopo la società della Cianzialbalonga ha attivato tutte le procedute previste dal protocollo. Domani lo staff ed i giocatori della società romana svolgeranno una serie di tamponi come ci ha confermato a telefono il direttore sportivo Tomei. Ad oggi la gara risulta a forte rischio. Il Campobasso non vuole saperne di mollare le vittorie: i rossoblu corrono, creano, segnano e si divertono tanto a giocare insieme. Ai giocatori di Cudini le cose riescono con una naturalezza disarmante. L’arma è quella di un collettivo forte condito da alcune individualità che sono al di sopra delle parti dal punto di vista tecnico. Cudini spera di riavere fra i convocabili l’attaccante Sforzini e il centrocampista Brenci che dovrebbe aver smaltito del tutto i postumi dell’influenza. La classifica tiene i rossoblu in vetta da soli: un primato meritato, ma soprattutto, un traguardo che era auspicabile frutto di un grande lavoro di squadra e dello staff di Cudini. Il segreto sarà continuare su questa scia.

Dopo il primo punto stagionale e il secondo gol in cinque partite, per l’Agnonese cresce la fiducia. La squadra compie piccoli passi in avanti giornata dopo giornata. Il tecnico e la dirigenza sono fiduciosi in vista del futuro, come dichiarato a domenica sport il neo direttore sportivo Antonello Strino. Gli addetti ai lavori vedono l’Agnonese come una squadra notevolmente rinforzata nell’ultimo periodo. Tutto sta a sbloccare anche le vittorie. Detto questo sicuro il rinvio della gara all’Aragona di Vasto, una settimana in più di lavoro farà bene a mister Senigagliesi in vista della ripresa. 

Il Vastogirardi, finalmente, dovrebbe giocare per la prima volta nel nuovo impianto del Di tella. Abbiamo ascoltato in mattinata il direttore generale Crudele il quale ci ha confermato che esistono tutte le condizioni anche a livello federale perche si possa giocare presso il Di Tella di Vastogirardi e, ovviamente, a porte chiuse. Sarà un giorno storico per la comunità alto molisana che dall’inizi.

Potrebbe interessanti anche:

Cus Molise, partite le iscrizioni al Campus 2022

L’estate è tempo di divertimento e di svago per bambini e ragazzi. Estate fa rima con Camp…