Home Sport Serie D, domenica positiva per le molisane. L’analisi.
Sport - 27 Ottobre 2020

Serie D, domenica positiva per le molisane. L’analisi.

Intanto il Campobasso vince un ricorso risalente alla stagione 2017/2018

Domenica positiva per le molisane del girone F. Tre punti per il Campobasso, vetta solitaria per i rossoblu, pari e patta nel derby altomolisano tra Olympia Agnonese e Vastogirardi, un punto che fa bene ad entrambe. Scongiurata l’ipotesi di sospensione dei campionati in serie D. Una notizia positiva sia per non disperdere tutto il lavoro fatto sinora, sia per tutti i tesserati delle società di quarta serie che rischierebbero di trovarsi in difficoltà senza lo stipendio. In particolare per il Campobasso, momento d’oro da sfruttare al massimo per i lupi, l’auspicio è che si possa andare avanti con i campionati in modo regolare. A Selvapiana non c’è stata davvero storia, troppa la differenza vista sul terreno di gioco. L’Fc Matese non è riuscito ad opporsi alla veemenza del team guidato da Cudini. Ritmi altissimi, continue verticalizzazioni, pressing asfissiante, un mix che ha portato al 4 a 0 finale, alla vetta solitaria della classifica e ad un risvolto numerico complessivo che recita 14 gol fatti ed uno subito in cinque gare di campionato. Squadra in gran forma in tutti i reparti, certo in attacco le prestazioni di Vittorio Esposito sono da circoletto rosso, un giocatore a tutto campo capace di diventare il faro della manovra dopo solo un mese di campionato. Ne beneficiano tutti, a partire da Bontà, 5 reti per il capitano del Campobasso, un bottino di reti altissimo per un centrocampista anche solo per tutta la stagione. Un’arma in più per i rossoblu, gli inserimenti di Bontà, che in particolare nel gioco aereo risulta immarcabile. Insomma un avvio di torneo di assoluto livello, con la prospettiva di proseguire sulla strada tracciata e continuare a dettare un ritmo forsennato in testa alla classifica. Da oggi si pensa alla sfida di domenica prossima a Genzano di Roma contro l’Albalonga.

Cudini

Notizie fuori dal campo, la Giustizia Sportiva ha accolto il reclamo presentato dalla società rossoblu difesa dall’avvocato Antonio Mancini, in merito alla vertenza presentata dall’ex collaboratore sportivo Aiello relativo alla stagione 2017/2018, parliamo della stagione del famoso Danilo Leone al timone della società rossoblu. Ebbene Aiello vantava 8.000 mila euro di spettanze economiche verso la società rossoblu, ebbene il legale Mancini ha dimostrato la falsità delle firme apposte in calce al documento, insomma un altro elemento che ci ricorda gli anni totalmente bui di gestione del Campobasso calcio.

Il nuovo arrivo Ante Merval

Nel derby del Civitelle un punto che fa bene ad entrambe. 1 a 1 maturato in extratime, alla rete del granata Maniscalchi, ha risposto Merkaj nei minuti finali. Altra squadra l’Olympia Agnonese, un team rinnovato in buona parte dopo le prime uscite di campionato. La prestazione è stata positiva e lascia ben sperare per l’immediato futuro. Obiettivo risalire la classifica e lottare per la salvezza diretta. Il tempo c’è, la squadra ha bisogno di tempo per trovare la giusta amalgama, in tale ottica la prestazione contro il Vastogirardi è sicuramente un’iniezione di fiducia per le prossime gare. Questo perché il team di Prosperi è sicuramente uno dei più in forma di tutto il girone. Gialloblu a quota otto punti, con una sola sconfitta, a Pineto, ed un successo gettato al vento contro il Porto Sant’Elpidio nei secondi finali. Insomma il team del presidente Di Lucente è già sulla buona strada per l’obiettivo salvezza, il punto maturato in extremis nel derby è visto in chiave positiva anche per il carattere mostrato nel voler recuperare la partita. Come detto dallo stesso Prosperi, il primo obiettivo è rientrare definitivamente al Di Tella. Un gruppo giovane che ha bisogno di avere un campo di appartenenza e scongiurare un esodo a Trivento per altre gare della stagione. Al momento non ci sono novità, in attesa di riscontri per l’omologazione del nuovo campo in sintetico di Vastogirardi. A tal proposito il presidente Di Lucente, in un comunicato stampa, ha acceso la polemica con il sindaco di Vastogirardi Luigino Rosati. Non le ha mandate a dire il numero uno dei gialloblu, accusando il primo cittadino di non dare spiegazione sui ritardi nella consegna dell’impianto alla società e della mancanza di volontà nel far giocare la squadra anche a porte chiuse. Una diatriba forte con la speranza che la squadra possa rientrare al Di Tella dopo anni e anni di lontananza. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Sport, Sibilia polemizza con Spadafora sul vincolo sportivo

A livello nazionale, importanti novità dal punto di vista legislativo per la figura del la…