Home Attualità Fumata nera al Cosib: elezione direttivo rinviata di una settimana, si riaprono i giochi?

Fumata nera al Cosib: elezione direttivo rinviata di una settimana, si riaprono i giochi?

Per il nuovo direttivo il Consorzio Industriale di Termoli deve ancora attendere. L’elezione è saltata per un cavillo burocratico, sollevato dal sindaco di Ururi Raffaele Primiani, e cioè la posizione irregolare sul versamento delle quote consortili di ben 5 Comuni su otto. Gli unici ad aver versato le somme sono Ururi, Guglionesi e Campomarino, i restanti e cioè Termoli, San Martino, Portocannone, San Giacomo e Petacciato sono morosi e devono versare le somme entro la nuova data della riunione che è stata convocata per il 28 ottobre. I giochi sembravano ormai fatti, tanto con la presidenza che sarebbe andata a Roberto Di Pardo, sindaco di Petacciato, mentre nel direttivo sarebbero entrati i sindaci di San Giacomo, Campomarino, un rappresentante del Comune di Termoli e nelle ultime ore aveva preso quota il nome del sindaco di Guglionesi per l’ultimo posto disponibile. Una spartizione che avrebbe visto la netta maggioranza del centrodestra con 4 sindaci su 5. Il Partito Democratico, però, avrebbe chiesto in più occasioni un riequilibrio con l’assegnazione di almeno un altro posto, e con un direttivo formato da due uomini del centrosinistra e tre del centrodestra. Il rinvio della seduta, potrebbe riaprire i giochi e dare la possibilità ai partiti di trovare altre intese, bisogna capire però se c’è la volontà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Atm, lavoratori in stato di agitazione: in tempo di Covid l’azienda non tutela la nostra salute

Stato d’agitazione per i lavoratori dell’Atm che stanno vivendo, ormai da settimane, un du…