Home Apertura Mafia e politica: la deputata Occhionero rinviata a giudizio per falso. I difensori: “E’ estranea ai fatti”

Mafia e politica: la deputata Occhionero rinviata a giudizio per falso. I difensori: “E’ estranea ai fatti”

La deputata di Italia viva Giusy Occhionero è stata rinviata a giudizio per falso dal giudice dell’udienza preliminare di Palermo, Fabio Pilato. Era rimasta coinvolta nell’operazione ‘Passpartout’ della Dda di Palermo, che aveva svelato un intreccio tra la famiglia mafiosa di Sciacca e la politica. La parlamentare avrebbe fatto passare Antonello Nicosia, poi arrestato per mafia, per suo assistente, consentendogli di entrare con lei nelle carceri senza autorizzazione e di avere incontri con i boss. Solo in un secondo momento, dopo tre ispezioni in istituti di pena siciliani, il rapporto di collaborazione sarebbe stato formalizzato. Ai pm, che in principio avevano sentito la Occhionero come persona informata sui fatti, la parlamentare di Campomarino aveva detto di essere all’oscuro delle reali intenzioni di Nicosia, di non aver avuto contezza della doppia personalità dell’uomo, formalmente paladino dei diritti dei carcerati, rivelatosi poi colui che portava all’esterno i messaggi dei boss. Dall’inchiesta è emerso che, oltre a progettare estorsioni e omicidi, Nicosia, attivista Radicale, sedicente docente universitario, entrava e usciva dalle carceri, incontrando anche capimafia al 41 bis. Amareggiati i difensori della deputata Occhionero per la decisione del Gup di Palermo. “Ribadiamo con fermezza che la nostra assistita è del tutto estranea a contesti mafiosi. Siamo fermamente convinti che il GUP aveva tutti gli elementi, di fatto e di diritto, per emettere una sentenza di non luogo a procedere. Illustreremo le nostre ragioni davanti al giudice monocratico, che siamo certi, darà atto della assoluta liceità della condotta della nostra assistita” hanno commentato i legali Giovanni Di Benedetto e Giovanni Bruno. Il processo inizierà il 2 febbraio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Atm, lavoratori in stato di agitazione: in tempo di Covid l’azienda non tutela la nostra salute

Stato d’agitazione per i lavoratori dell’Atm che stanno vivendo, ormai da settimane, un du…