Home Sport Serie D, ufficiale la nuova società ad Agnone. Campobasso e Vastogirardi preparano la quarta di campionato
Sport - 15 Ottobre 2020

Serie D, ufficiale la nuova società ad Agnone. Campobasso e Vastogirardi preparano la quarta di campionato

Campobasso in preparazione della sfida di domenica al Montegiorgio. Obiettivo sfruttare il doppio turno interno in programma da calendario. I rossoblu cercano sei punti per imporre subito un ritmo importante in vetta alla classifica. Un passo alla volta, a partire dalla sfida ai marchigiani, che arrivano dalla provincia di Fermo. Due vittorie, in casa, ed una sconfitta ad Alba Longa per il team guidato da mister Eddy Mengo. Una squadra frizzante, reduce dall’ottimo campionato della scorsa stagione. Un team rodato, 4-3-1-2 il modulo tattico, partito Marchionni, ora al Notaresco, la società si è rinforzata con due colpi importanti. Il primo è Arturo Lupoli, classe 87, i conoscitori di calcio ricorderanno certamente l’ex enfant prodige dell’Arsenal di Wenger che esordì a 17 anni con i “lancieri” che potevano vantare gente del calibro di Thierry Henry, Patrick Vieira e Dennis Bergkamp. Per Lupoli anche una presenza stabile nell’Under 21 di Pierluigi Casiraghi, poi Fiorentina, Catania, Pisa, Frosinone, Ascoli e nell’ultima stagione in forza alla Virtus Verona in Lega Pro. Doppietta per il trentatreenne bresciano domenica scorsa contro l’Fc Matese. L’altro attaccante è Riccardo Cuccu una delle sorprese dello scorso anno, nel girone F. 11 reti per la prima punta con la maglia del Porto Sant’Elpidio. Campobasso chiamato a fare attenzione ad un collettivo sicuramente di qualità. Detto questo mister Cudini deve valutare Bontà ed Esposito, usciti claudicanti da Castelfidardo. Per i due c’è un cauto ottimismo, in particolare per il fantasista di San Martino in Pensilis. In caso di assenza del capitano Bontà, diverse le ipotesi al vaglio con l’inserimento di Tenkorang in mediana oppure di Zammarchi nel ruolo di mezz’ala. Per il resto conferme per i titolari scelti dal tecnico in queste prime giornate di campionato.

Arturo Lupoli ai tempi dell’Arsenal

Sfida in provincia di Teramo per l’Olympia Agnonese. A Castelnuovo Vomano i granata cercano i primi punti stagionali. Ieri l’ufficializzazione del passaggio societario, la New Energy, società romana, nel settore di luce e gas, è la nuova proprietaria dell’Olympia Agnonese. Alla guida del club granata Daniele Trotta, 29enne, originario di Capracotta. Trotta subentra ad Antonio Melloni che resterà nei ranghi della dirigenza insieme al gruppo storico del club altomolisano. Il ruolo di direttore sportivo sarà ricoperto da Antonello Strino, mentre responsabile dell’area tecnica, come detto nei giorni scorsi, è l’ex attaccante di Roma e Cagliari, Roberto Muzzi. Tutti i particolari saranno illustrati ufficialmente a stampa e tifosi la settima prossima alla vigilia del derby contro il Vastogirardi. Nel frattempo la rosa sta per essere rinforzata con l’arrivo di diversi calciatori di categoria, molti dei quali già arrivati al “Civitelle”. Come dicevamo domenica sfida al Castelnuovo Vomano, neo promosso, che ha iniziato il torneo alla grande. Due vittorie esterne, entrambe in terra laziale, prima a Fiuggi, poi ad Aprilia, domenica scorsa, con un netto 4 a 1. Nel mezzo la sconfitta interna contro il Pineto, una battuta d’arresto accettabile contro uno dei migliori team del torneo.

A Trivento, il Vastogirardi riceve il Rieti. Esodo forzato per i gialloblu, manca ancora qualche dettaglio per l’omologazione del “Di Tella”, la vera casa degli altomolisani. La società, tramite il direttore generale Crudele, ha espresso gratificazione al comune e alla società, un accordo che durerà sino al rientro definitivo a Vastogirardi. Per quanto riguarda la squadra, mister Prosperi può contare su tutti gli elementi a disposizione. Ripartire dall’ottima prestazione di Pineto per affrontare il Rieti, reduce dalla sconfitta interna contro il Tolentino. I laziali hanno due punti in classifica, due pareggi a reti bianche, prima con la Vastese poi sul difficile campo di Notaresco. Una squadra che ancora non riesce a sbloccarsi dal punto di vista offensivo, record al negativo da condividere con l’Olympia Agnonese. Detto questo, il girone F, si contraddistingue da anni per l’equilibrio. Una sfida sicuramente alla portata per il Vastogirardi che ha dimostrato di vivere un ottimo stato di forma, diversi elementi sono in grande spolvero, in particolare nel reparto offensivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Basket femminile A1, La Molisana Basket vince contro il Battipaglia

Doveva invertire la rotta e doveva conquistare il primo successo davanti il pubblico di ca…