Home Attualità La trasmissione Rai “Il Borgo dei Borghi” a Trivento, il regista Enzo Sferra: un occhio al passato ma uno anche la futuro
Attualità - Evidenza - QD - Trivento - 13 Ottobre 2020

La trasmissione Rai “Il Borgo dei Borghi” a Trivento, il regista Enzo Sferra: un occhio al passato ma uno anche la futuro

Si completa oggi, 13 ottobre 2020, la due giorni di riprese della trasmissione Rai “Il Borgo dei Borghi” a Trivento. Giunta alla ottava edizione, la sfida televisiva tra le più belle località d’Italia, andrà in onda dal mese di novembre, all’interno del programma Rai Tre “Kilimangiaro” condotto da Camila Raznovich. La troupe, diretta dal regista Enzo Sferra, ha ripercorso gli antichi passi del centro storico triventino, con l’utilizzo anche di droni, narrando la storia, la tradizione, la cultura, la religione, con uno sguardo rivolto al futuro. Al regista Enzo Sferra, tra un ciak e l’altro, abbiamo rubato due riflessioni, in esclusiva per “Il Giornale del Molise.it”.

Durante la sua esperienza, in questo programma, avrà visto tanti borghi. Cosa ha trovato in quello di Trivento?

Quello che mi ha colpito è certamente la struttura paesaggistica molto vicino alle forme originarie. Una struttura paesaggistica articolata, a differenza di molte altre realtà dove negli anni ’60 e ’70 si è assistito ad un implemento urbanistico. Il nucleo storico di Trivento sembra essere rimasto intatto.  Il concetto “più vicino al ‘300 e meglio è” ha sicuramente i suoi pro e i suoi contro. Occorrono idee rivolte anche al futuro.

Può spiegarci meglio questo concetto?

Il concetto della conservazione e della tradizione è importante e fondamentale. È l’anima di tutto il nostro discorso, ma occorre pensare anche a come sarà il nostro borgo antico tra 20, 30 anni. Un borgo che certamente dovrà mantenere i suoi rapporti saldi con la tradizione e non dovrà essere alterato come patrimonio storico, ma dovrà anche diventare propositivo per essere oggetto di lavoro per i giovani, ad esempio. Altrimenti avanza la desertificazione, con l’abbandono dei luoghi, destinati così a deperire. Questa, più che la mia riflessione, è il mio augurio.

La proclamazione del Borgo dei Borghi 2020 ci sarà domenica 4 aprile 2021, al termine degli appuntamenti settimanali del programma teso alla valorizzazione del territorio. Ci sarà anche il voto da casa, il pubblico potrà esprimere la sua preferenza sul web. Nella scorsa edizione, la puntata finale ha ottenuto l’8,3% di share, con circa due milioni di telespettatori, oltre alla grande risonanza sui media. Una occasione di primo ordine per promuovere il territorio, uno impulso al rilancio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Termoli: lacrime e dolore per l’ultimo saluto a Sara, la città si stringe intorno alla famiglia

Lacrime e commozione a Termoli per i funerali di Sara Favia, la ragazza di 17 anni rimasta…