E’ tanta la soddisfazione in casa Cln Cus Molise dopo il Quadrangolare Città di Campobasso. La squadra di Marco Sanginario ha messo in bacheca un ottimo secondo posto, sconfitta soltanto ai calci di rigore dall’Active Network. Tante le note positive giunte da una manifestazione di alto livello con la vittoria sull’Acqua e Sapone a dare ulteriore prestigio al pomeriggio vissuto da capitan Di Stefano e compagni. In vista degli impegni ufficiali c’è insomma da essere soddisfatti, cosìcome conferma il condottiero del sodalizio campobassano. “Siamo usciti imbattuti dal torneo, almeno nei tempi regolamentari, e questa è la cosa che ci fa più orgoglio – sottolinea Sanginario – Ci teniamo stretti la vittoria contro l’Acqua e Sapone che sa tanto di storia ma sappiamo che c’è tanto da lavorare perché quando ci saranno i tre punti in palio l’intensità e la concentrazione saranno differenti. Per questo abbiamo il dovere di mantenere i piedi ben saldi a terra e rimanere concentrati. Sabato arriva la Lazio per un’ultima amichevole precampionato, poi si comincerà a fare sul serio con il campionato e dobbiamo arrivare concentrati e preparati nel migliore dei modi all’appuntamento con il Pistoia”.

Tante indicazioni positive al di là dei risultati. Cosa le è piaciuto di più della sua squadra? “Mi sono piaciuti un po’ tutti ma vorrei spezzare una lancia in favore di Renzo Di Lisio, un ragazzo che arriva dalla serie C regionale, non ha mai calcato un campo nazionale. Fa il suo esordio contro l’Acqua e Sapone e non sfigura affatto. Complimenti a lui.


Per quanto concerne il campionato sarà tutt’
altra cosa ma la strada intrapresa è quella giusta. Condivide?

“Ci teniamo la prestazione e il risultato ma bisogna volare bassi. Ci aspetta un campionato lungo e difficile. Dobbiamo pensare partita per partita cercando di raggiungere quanto prima la salvezza che è l’obiettivo dato dalla società. Con i ragazzi abbiamo fatto un patto negli spogliatoi di non porci obiettivi ma di giocare ogni partita per vincere. Poi speriamo in due cose: una di soddisfare la società e i nostri tifosi, la seconda di riuscire quest’anno a concludere il campionato perché l’emergenza sanitaria lo scorso anno ce lo ha impedito.

Dal punto di vista organizzativo è stato un sabato perfetto: prima il clinic, poi il quadrangolare. E’ andato tutto bene grazie alla grande organizzazione e al lavoro dello staff del Cus Molise nel quale lei ricopre il ruolo di responsabile delle attività sportive.

“Credo che da questo punto di vista non c’erano dubbi. L’organizzazione del Cus è stata per eventi di caratura nazionale anche più ampi quindi sapevo di poter contare su uno staff di collaboratori di grande qualità. Vorrei ringraziare ognuno singolarmente ma ho paura di dimenticare qualcuno perché ne erano tantissimi. Faccio quindi un ringraziamento complessivo e ci vediamo il prossimo anno per il terzo quadrangolare”.

Potrebbe interessanti anche:

Calcio a 5, tornei Estivi, “Coste del Lago” da questa sera a Limosano via ai quarti di finale

Prosegue a ritmo spedito la sesta edizione del torneo di calcio a 5 “Coste del lago” di Li…