Home Attualità Riapertura Biblioteca Albino, approvata all’unanimità una mozione in Consiglio comunale a Campobasso
Attualità - Evidenza - Politica - 24 Settembre 2020

Riapertura Biblioteca Albino, approvata all’unanimità una mozione in Consiglio comunale a Campobasso

La Biblioteca Albino è chiusa dal 2016. Uno degli spazi culturali più importanti non solo di Campobasso ma dell’intero Molise. Da anni ormai si parla di come e quando riaprirla per valorizzare l’enorme patrimonio in essa custodito. Il Consigliere comunale e capogruppo della Lega Alberto Tramontano, insieme ai colleghi Pascale e D’Alessandro, ha presentato una mozione discussa e approvata all’unanimità nell’ultima seduta dell’assise civica. Ha chiesto quali i tempi e le modalità per la riapertura e la necessità di interloquire subito con il Ministero.
L’Assessore alla Cultura Paola Felice ha ribadito che il dialogo con i rappresentanti ministeriali è continuo e ha appoggiato l’intento della mozione di impegnare Sindaco e Giunta a formalizzare una nuova richiesta al Mibact per riaprire la Biblioteca Albino. Felice ha detto di aver incontrato a febbraio a Roma il segretariato generale del Ministero Nastasi, di aver avuto poi contatti via mail e che solleciti diretti sono stati inoltrati anche dal sindaco Gravina al Ministro Franceschini. Ultimo contatto formale il 9 settembre. “A giugno – ha continuato Felice – lo stesso Nastasi ha comunicato che si stava ricollocando la biblioteca dalla Direzione Generale del Polo Museale a quella delle Biblioteche e quindi nel ramo di sua pertinenza, per rendere possibile un miglior disbrigo di una serie di pratiche così da riprendere con velocità le attività di verifica sismica della Albino, interrotte a causa del Covid, e procedere all’affidamento dei lavori le cui procedure di gara sono espletate. La mozione rafforza le richieste avanzate – è stato spiegato – perchè tutti vogliono risposte celeri e concrete.”
“L’impegno di Giunta e Consiglio comunale dovrà essere massimo – ha puntualizzato Tramontano – non è più tollerabile che studiosi e studenti siano privati di una straordinaria e inesauribile fonte di conoscenza. Manterremo alta la guardia perchè la Biblioteca Albino deve tornare a vivere” ha concluso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Montecilfone: il metanodotto passa sotto terra. Dubbi di De Chirico e del comitato in difesa del bosco

Il bosco Corundoli di Montecilfone non verrà più sventrato dal passaggio del metanodotto L…