Home Sport Cus Molise, primo clinic Città di Campobasso, relatori di assoluto livello per un grande evento
Sport - 24 Settembre 2020

Cus Molise, primo clinic Città di Campobasso, relatori di assoluto livello per un grande evento

Il primo Clinic Città di Campobasso in programma sabato mattina 3 ottobre alle ore 10 al Palaunimol, dal titolo ‘Tecnica e tattica nel futsal e nel basket. Similitudini e differenze” moderato dal professor Germano Guerra delegato dello sport per il rettore e medico sportivo, vedrà in cattedra relatori illustri, quali coach Andrea Capobianco, mister Fausto Scarpitti e mister David Ceppi. L’evento rappresenta un momento importante di confronto. Un momento nel quale, anche grazie al coinvolgimento degli studenti dell’Unimol (che frequentano la facoltà di Scienze del Benessere seguendo il corso di laurea in Scienze Motorie), si potrà dare vita ad un dibattito di grande levatura.

Andrea Capobianco – Responsabile della formazione degli allenatori, direttore tecnico delle nazionali giovanili, allenatore della selezione azzurra under 18 e responsabile 3×3. “Quando mi ha contattato il professor Germano Guerra, conoscendo le grandi capacità organizzative e gestionali del Cus Molise e dei suoi responsabili, sapevo che il clinic sarebbe stato di ottimo livello. La cosa bella è il confronto tra allenatori di sport diversi ma molto simili. Come dice sempre Mourinho chi sa solo di calcio non sa nulla di calcio. Dunque, per me, il confronto con tecnici di grande spessore è una fonte di apprendimento e di ulteriore crescita professionale”. A proposito di confronto, il clinic rappresenta un momento importante anche per gli studenti iscritti alla facoltà di Scienze del Benessere che frequentano il corso di laurea di Scienze Motorie. “Io credo che l’opportunità che viene data agli studenti, dall’Unimol e dal Cus Molise di poter partecipare ad eventi come questo, sia qualcosa di straordinario. Nella vita viviamo di sogni che sono raggiungibili soltanto se si suda e si fanno sacrifici. L’opportunità formativa è qualcosa di prezioso per chi decide di intraprendere un corso di studi. Poi sta nelle capacità di ognuno di saperla cogliere e mettere a frutto. Il treno nella vita passa per tutti. C’è chi è pronto e lo prende al volo e chi, invece, si distrae e lo perde. Chi non è pronto a salire sul treno – chiosa Capobianco – nella vita saprà soltanto lamentarsi”.

Fausto Scarpitti –  Tecnico dell’Acqua & Sapone Futsal. “Penso che sia una bellissima iniziativa organizzata dal Cus Molise e dall’Unimol  – spiega il trainer nerazzurro – torno con grande piacere nell’istituzione dove mi sono laureato e con altrettanto piacere sarò tra i relatori. Potersi confrontare con David Ceppi e con il professor Andrea Capobianco, persona che conosco e della quale ho grande stima, sarà motivo di orgoglio. Ritengo che per tutti i molisani che praticano sport, il professor Capobianco sia un’istituzione”. Sono tante le similitudini tra futsal e pallacanestro. “Sono tanti i punti in comune – rimarca – a partire dal numero di giocatori in campo, passando poi per le dimensioni del rettangolo di gioco che sono a grandi linee le stesse. C’è poi una parte del corpo che domina nel gesto tecnico. Ritengo che lavorandoci, si potrebbero sviluppare e traslare da uno sport all’altro anche tanti altri aspetti. Per tutti questi motivi dico che il Cus Molise ha indovinato perfettamente il titolo del clinic e ha fatto benissimo ad affiancarlo alla manifestazione sportiva che ci sarà nel pomeriggio”. Sarà una mattinata importante anche per gli studenti. “Mi auguro che confronti come questo possano essere utili a loro – interviene Scarpitti – anche perché in un corso di studi come quello di Scienze Motorie gli sport di squadra hanno un valore importante sotto tutti gli aspetti”.

David Ceppi – Tecnico dell’Active Network Futsal. “Per me è un onore e un piacere potermi confrontare con questi relatori – spiega il mister – validissimi sia dal punto di vista tecnico che umano. Mi auguro prima di tutto di poter essere all’altezza della situazione, di poter portare la mia personale testimonianza su come i concetti della pallacanestro possono essere traslati nella nostra disciplina. Potrò sicuramente apprendere anche altri spunti utili da mettere in pratica nel corso del tempo. E’ un confronto che lascerà un segno positivo non solo a chi parteciperà come ‘spettatore’ ma anche a noi relatori. Sono felice di poter essere presente”.

Accesso all’evento – L’accesso all’evento è consentito fino ad esaurimento posti. E’ possibile prenotarsi con una mail all’indirizzo coordinamento@cusmolise.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Basket femminile A1, La Molisana Basket vince contro il Battipaglia

Doveva invertire la rotta e doveva conquistare il primo successo davanti il pubblico di ca…