Home Sport Calcio, società in attesa delle direttive del Governo per aumentare la capienza degli stadi. Molisane in preparazione per la prima di campionato
Sport - 24 Settembre 2020

Calcio, società in attesa delle direttive del Governo per aumentare la capienza degli stadi. Molisane in preparazione per la prima di campionato

Importante novità in merito alla riapertura degli stadi con una capienza intorno almeno al 30%. Nel Question Time alla Camera, ieri pomeriggio, il ministro Spadafora ha chiarito la posizione del governo sulla riapertura al pubblico degli impianti, l’obiettivo è approvare il documento già nella giornata di oggi. L’obiettivo è riavere i tifosi negli stadi con un protocollo che dovrà essere approvato da tutti i presidenti delle Regioni e poi sottoposto al Comitato tecnico scientifico. Il ministro Spadafora ha aggiunto che il documento da approvare all’unanimità dalle regioni, consentirà di proseguire sulla strada intrapresa con riaperture graduali ed il rientro negli stadi in modo omogeneo, nella misura del 25-30%. Una misura necessaria anche per le economie di tutte le società calcistiche italiane, dalla serie A sino alla serie D. Un provvedimento atteso con speranza anche a Campobasso, con la possibilità di allargare le maglie per permettere un maggiore afflusso di pubblico al “Selvapiana”. La società rossoblu non ha fretta, considerato l’avvio in trasferta ad Aprilia, domenica prossima, ricordiamo al momento match a porte chiuse in terra laziale. L’auspicio è di poter aprire al 30% dello stadio rossoblu già per la seconda giornata, domenica 4 ottobre, nel derby contro l’Olympia Agnonese, caso particolare del destino proprio l’ultima uscita ufficiale dei lupi in casa prima del lockdown.

La squadra prosegue gli allenamenti in vista dell’esordio stagionale. C’è grande curiosità nel vedere all’opera il Campobasso, nonostante gli ottimi segnali visti contro il Cerignola. Importante partire con il piede giusto, il campionato è tutt’altra storia rispetto ai test d’inizio stagione. I punti forti a favore di Cudini sono diversi e vanno sfruttati già dall’inizio. La continuità nei giocatori e nel modo di giocare è senza dubbio un’arma da sfruttare subito rispetto alle squadre di nuova costruzione o con differenti idee tattiche. Oggettivamente il Campobasso è la squadra che ha confermato più giocatori rispetto a tutti, un punto a favore del team guidato dal patron Mario Gesuè. Inoltre il tecnico marchigiano può contare su un pacchetto juniores di ottimo livello, una condizione non comune a tante società del torneo di quarta serie. Lo stesso Aprilia, nonostante una buona campagna acquisti, è reduce da un nono, stagione 2018/2019, ed un tredicesimo posto, nella passata stagione, sempre nel girone G, quello in prevalenza laziale – sardo. Anche da questo punto di vista, i lupi dovranno far pesare l’esperienza di un secondo posto maturato nella passata stagione. Formazione praticamente fatta per Cudini, non sono attese grosse novità, con il tridente offensivo che sarà composto dal fuoriquota Vitali, Esposito e Cogliati. Pronto e rientrare dal primo minuto il mediano Brenci, in compagni di Bontà e Candellori.

Il Vastogirardi

Il Vastogirardi prepara l’esordio al Fadini di Giulianova. Subito uno scontro salvezza per la squadra di Prosperi chiamata ad un avvio in salita considerate anche le sfide successive contro Porto Sant’Elpidio, in casa, e Pineto in trasferta. Grande curiosità anche intorno al nuovo team gialloblù, a detta del presidente Di Lucente e del direttore generale Crudele, quello costruito è un Vastogirardi che ha qualcosa in più rispetto alla passata stagione. L’esordio in un campo, sempre ostico, come quello di Giulianova, potrà fornire subito delle primissime risposte.

Infine l’Olympia Agnonese ancora in fase di costruzione. Mister Senigagliesi dovrà cercare di cogliere il massimo dalle prime giornate di campionato, in attesa della definizione della rosa. La squadra granata è un cantiere aperto, sono attese delle ufficializzazioni della società in queste ore per definire la rosa. Avvio di campionato sicuramente complicato, dopo l’esordio al Civitelle contro la neo promossa Fc Matese, due gare off limits, a Campobasso e in casa contro il Notaresco, sicuramente due tra le migliori squadre del torneo.

una fase di Catania – Notaresco

In chiusura vera e propria impresa del Notaresco che, nel primo turno di Coppa Italia, ha espugnato il “Massimino” di Catania con il punteggio di 2 a 1 dopo i tempi supplementari. Una squadra di serie D capace di eliminare a domicilio un team di Lega Pro, quotato come quello siciliano. Al gol del vantaggio realizzato da Biondi, ha replicato Speranza per gli abruzzesi guidati da Epifani. Nei tempi supplementari la rete decisiva messa a segno dall’ariete Dos Santos, ex della Vastese. Un successo davvero da incorniciare per il Notaresco che si è guadagnato la possibilità, nel secondo turno di Coppa,  di affrontare il Pescara all’Adriatico  mercoledì 30 settembre. Un derby che è sicuramente una vetrina per una delle squadre candidate ad un campionato di vertice nel girone F di serie D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Basket femminile A1, La Molisana Basket vince contro il Battipaglia

Doveva invertire la rotta e doveva conquistare il primo successo davanti il pubblico di ca…