Home Attualità Viabilità dell’area industriale di Trivento, il sindaco Corallo scrive al consorzio di Campobasso-Boiano
Attualità - Evidenza - QD - Trivento - 18 Settembre 2020

Viabilità dell’area industriale di Trivento, il sindaco Corallo scrive al consorzio di Campobasso-Boiano

Viabilità dell’area industriale di Trivento, il sindaco Corallo scrive al consorzio per lo sviluppo industriale di Campobasso-Boiano. Il primo cittadino, con una lettera indirizzata al consorzio, chiede spiegazioni e rassicurazioni sul passaggio di mezzi pesanti per il trasporto di aereogeneratori da installarsi nei paesi vicino, al fine di tutelare la viabilità della zona industriale, già malmessa. “Con la presente- scrive Corallo – in riferimento al transito di mezzi per il trasporto degli aereogeneratori da installarsi nei Comuni di Castiglione Messer Marino e Roccaspinalveti per i quali e stata richiesta e concessa da questo Comune solo l’autorizzazione allo sbancamento di una scarpata lungo la strada statale in località Piana Sant’Antuono, si presume che tali mezzi debbano effettuare dei passaggi e probabile sosta all’ interno dell’Area della Zona Industriale di Trivento competenza del Consorzio in indirizzo. Si chiede pertanto al Consorzio Industriale ente competente per l’area industriale se la società responsabile dei trasporti eccezionali ha ottenuto un’autorizzazione al transito ed eventuale sosta nell’area menzionata e se sono presenti clausole per il ripristino della pavimentazione danneggiata. Preme sottolineare che la pavimentazione stradale della zona industriale presenta già evidenti criticità più volte segnalate all’Ente gestore ma a causa del transito di mezzi eccezionali subirà ulteriori e gravi danni the comprometteranno ulteriormente in sicurezza degli utenti. Considerando che il Consorzio per lo Sviluppo industriale lamenta gravi difficolta economiche che impediscono, a suo dire, qualsiasi manutenzione nell’Area Industriale di Trivento con grave difficoltà di gestione e di vivibilità dei numerosi operatori economici dell’area, si chiede al Consorzio per lo Sviluppo Industriale di Campobasso-Boiano, una copia dell’autorizzazione eventualmente rilasciata alla società responsabile del trasporto delle pale eoliche, una oculata vigilanza e un opportuno ripristino del manto stradale a seguito del trasporto degli aereogeneratori da parte della società esecutrice – chiude Corallo – il tutto al fine di porre rimedio al già pessimo stato del manto stradale e ai danni ulteriori che ne deriveranno dal passaggio e sosta di questi mezzi eccezionali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Montecilfone: il metanodotto passa sotto terra. Dubbi di De Chirico e del comitato in difesa del bosco

Il bosco Corundoli di Montecilfone non verrà più sventrato dal passaggio del metanodotto L…