Home Apertura Ritorno a scuola dopo sei mesi di stop: inevitabili assembramenti, mascherine e tanta voglia di ricominciare
Apertura - Cronaca - 14 Settembre 2020

Ritorno a scuola dopo sei mesi di stop: inevitabili assembramenti, mascherine e tanta voglia di ricominciare

La campanella stavolta non ha suonato per tutti alla stessa ora: entrate scaglionate per evitare assembramenti che però, nonostante le misure adottate, si sono inevitabilmente creati. A Campobasso il ritorno a scuola, in una bella giornata di sole, ha avuto modalità diverse in ogni scuola. Tutti gli istituti però sono stati accomunati ovviamente dalle norme anti Covid: rigido utilizzo delle mascherine, autocertificazioni, percorsi differenziati per entare e uscire, banchi distanziati. Tanta emozione per il ritorno tra i banchi dopo uno stop di sei mesi: bambini e ragazzi sono usciti per l’ultima volta dalle classi all’inizio di marzo, ci ritornano ora, quasi 200 giorni dopo.

Ecco una guida sulle nuove regole, su cosa si puo’ fare e cosa non si puo’ piu’ fare, sugli obblighi e i divieti.

COSA SI DEVE FARE: TEMPERATURA: Ogni giorno gli studenti sono tenuti a misurare la temperatura. Se si ha piu’ di 37,5 , o sintomi riconducibili al covid, bisogna restare a casa e contattare il medico. Se successivamente all’ingresso l’alunno dovesse avere la febbre o mostrare sintomi simil influenzali non potra’ permanere all’interno della scuola.

IGIENE: Lavare spesso le mani e usare prodotti igienizzanti messi a disposizione all’interno dell’istituto. Ogni istituto sara’ pulito giornalmente e igienizzato periodicamente. Qualora le attivita’ didattiche si svolgano in locali esterni alla scuola, gli enti locali o i proprietari dei locali dovranno certificarne l’idoneita’, in termini di sicurezza e dovranno essere definite le responsabilita’ delle pulizie e della sorveglianza.

SEGNALETICA: Ingressi e uscite sono differenziati, basta seguire le indicazioni predisposte dalla scuola. Sara’ limitato l’accesso a visitatori ed esterni. L’eventuale ingresso del personale e degli studenti gia’ risultati positivi al covid deve essere preceduto da una preventiva comunicazione con la certificazione medica da cui risulti la “avvenuta negativizzazione” del tampone.

APP IMMUNI: Se l’alunno ha dai 14 anni in su, e’ bene che scarichi l’app Immuni che consente di rilevate un’eventuale esposizione al Covid-19.

DISTANZA: Evitare ogni assembramento e mantenere sempre almeno un metro di distanza, in classe e in ogni ambiente dell’Istituto scoalstico.

MASCHERINA: Va indossata sempre se si e’ in movimento o negli spazi comuni. Al banco, se e’ rispettato il metro di distanza, si puo’ togliere. Sotto i 6 anni non e’ prevista.

INGRESSI: E’ previsto un solo accompagnatore per studente. Ogni scuola ha informazioni sull’accesso nel proprio sito.

GESTIONE SINTOMATICI: Se una persona presente a scuola dovesse avere febbre o sintomi di infezione respiratoria si dovra’ procedere al suo isolamento e provvedere quanto prima al ritorno presso il domicilio per poi seguire il percorso medico previsto.

CERTIFICATI MEDICI In caso di assenza sopra i tre giorni per malessere non riconducibile al Covid i presidi chiedono venga reintrodotta l’obbligatorieta’ del certificato di riammissione a scuola.

COMPITI IN QUARANTENA Alcuni istituti prevedono la quarantena per gli elaborati in classe: verranno messi dagli alunni i alcuni scatoloni e li’ staranno per alcuni giorni per evitare eventuale trasmissioni del virus.

COSA E’ VIETATO: SPORT: No agli sport o ai giochi di gruppo a causa dei contatti troppo ravvicinati, si’ ai giochi individuali ma sempre a distanza di due metri. La ginnastica dovra’ essere praticata all’aperto o in locali molto grandi che consentano un efficace ricambio di aria.

CANTO: Non si potra’ cantare – a meno che le aule non siano molto grandi – per via della maggior quantita’ di particelle emesse dalla bocca che, per via dello sforzo, possono arrivare piu’ lontano.

RICREAZIONE: sara’ possibile farla ma non tutti insieme nei corridoi. L’intervallo sara’ fatto a turni e gli alunni non potranno scambiarsi le merende. Alcuni istituti opteranno per la ricreazione in classe.

SMISTAMENTO CLASSI: se un docente sara’ assente, gli alunni non potranno essere smistati nelle altre classi.

MENSA: Non potranno essere utilizzati posate e piatti lavabili ma solo di plastica o compostabili. Vanno bene i contenitori monoporzione. La sorveglianza sara’ maggiore visto che per pranzare gli studenti non indosseranno la mascherina. Alcuni Istituti opteranno per il lunch box in classe.

RELAZIONI SOCIALI: Non si potra’ parlare all’orecchio dei compagni, passarsi oggetti, leggere su uno stesso libro perche’ bisognera’ mantenere il distanziamento.

PROF TRA I BANCHI SOLO CON MOLTO SPAZIO Mai piu’ prof che passano tra i banchi durante i compiti in classe per controllare eventuali copiature: lo potranno fare solo in situazioni in cui e’ garantito il distanziamento sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Covid, giornata nera: un anziano morto al Cardarelli e sette nuovi positivi

L’ultimo decesso era avvenuto tre mesi fa. Al Cardarelli è morto il paziente di 85an…