Il libro di Antonella Presutti è ispirato dai luoghi abbandonati – ma comunque ricchi di storia – che da sempre affascinano l’autrice. Posti in cui in un certo senso si avverte ancora la presenza delle persone e delle vicende che li hanno visti protagonisti. Emergono dalle pagine e dal loro passato per raccontare le loro emozioni, i momenti di solitudine e quelli di dolore, le gioie e le delusioni. “La nebbia sale dalla terra” è stato presentato durante un incontro organizzato nel centro storico di Isernia. Ha dialogato con l’autrice Marilena Ferrante, docente, scrittrice e referente su Isernia per il network i Borghi della lettura. Un confronto che è scivolato sul filo delle emozioni. Un viaggio nella mente umana, nei suoi segreti e suoi desideri a volte inconfessabili.

Potrebbe interessanti anche:

Rino Morelli è il nuovo vicepresidente di Confindustria Molise

Rino Morelli, titolare dell’Armafer, è il nuovo vice-presidente di Confindustria Molise, o…