Home Sport Calcio, la Coppa Italia di serie D ufficialmente rinviata all’anno prossima. Buon test per il Campobasso in amichevole
Sport - 11 Settembre 2020

Calcio, la Coppa Italia di serie D ufficialmente rinviata all’anno prossima. Buon test per il Campobasso in amichevole

La notizia era nell’aria e la conferma è arrivata nelle ultime ore: la Lega nazionale Dilettanti ha deciso di abolire la competizione della Coppa Italia. Stessa cosa aveva fatto circa un mese fa la Lega Pro. Il motivo è legato al ritardo non trascurabile con cui quest’anno si darà il via al campionato: start ufficiale confermato ieri il 27 settembre. Non ci sono più dubbi o perplessità: la comunicazione è giunta dai palazzi della Lnd. Niente Coppa, via al campionato con piu di qualche turno infrasettimanale ipotizzabile. Va pure detto che entro oggi si dovrebbe attendere la famigerata sentenza di secondo grado circa il verdetto su Bitonto – Picerno. Qualcuno paventa una conferma della sentenza di primo grado: in tal caso, ai fini della composizione della Lega Pro, servirebbero altre due formazioni da riammettere dalla quarta serie. Voci di corridoio indicano i primi due giorni della prossima settimana come quelli utili per apprendere gironi e calendari di serie D che si presume vengano comunicati contestualmente visti i tempi ristretti. Il presidente Sibilia ha espresso soddisfazione per il ritorno in campo del prossimo ventisette, ma non ha potuto nascondere una certa apprensione legata alla nascita di casi di contagio. Lo stesso numero uno dei dilettanti ha sottolineato che il momento andrà valutato anche in base alla riapertura delle scuole, evento ormai prossimo.

Il Campobasso ha tenuto ieri pomeriggio un’amichevole contro il Campodipietra presso il sintetico Acli di contrada selva piana. Solo per la cronaca la gara è terminata 7-0 per i rossoblu di Cudini contro quelli di Cordone che si candidano ad un ruolo da protagonista nel prossimo campionato di Eccellenza. Cudini ha sperimentato due formazioni diverse: una squadra giovane nel primo tempo con le presenze dei piu veterani Sbardella, Brenci e Vanzan. Nella prima frazione si è messo in bella mostra di se il giovane 2002 Vitali, di cui i presenti hanno potuto apprezzare la voglia di mettersi in mostra. Il Campobasso è apparso una squadra corta, ha provato a pressare alto secondo le indicazioni del tecnico. In generale, la squadra è apparsa anche in una discreta forma fisica. Nella ripresa, spazio ad altri giocatori che sono stati fra i titolari più costanti della scorsa stagione: ci riferiamo ai vari Bontà, Fabriani,  Menna, Dalmazzi, Cogliati, il nuovo acquisto Esposito. Autori di marcature e di buone prove anche il giovane 2002 prodotto della juniores Pontillo e uno dei arrivati, Di Domenicantonio che ha segnato una doppietta. L’ultimo arrivato Fernando Sforzini ha lavorato a parte a bordo campo. La ciliegina sul mercato rossoblu che da quando è giunto nel capoluogo, cioè da pochissime ore, è stato anche richiesto per numerosi selfie con alcuni tifosi rossoblu incontrati nelle vie del centro cittadino. In giornata prevista amichevole contro il Fasano sempre a porte chiuse così come è stato anche ieri.

Sforzini

In città è presente da qualche giorno l’amministratore Mario Gesuè che si è detto assolutamente soddisfatto dell’acquisto rappresentativo di Sforzini, ma piu in generale del lavoro compiuto dalla dirigenza nell’allestimento dell’organico. A tal proposito, il ds De Angelis ha confermato che gli ingaggi ultimi di Sforzini e Di Maio chiudono per ora il mercato rossoblu.

Senigagliesi e Sica

Ieri è stata la giornata dell’Olimpia Agnonese che finalmente si è radunata presso il civitelle intorno alle 15:30. Dopo le presentazioni di rito fra i ventotto giocatori presenti e lo staff composto dal tecnico Senigagliesi, il vice Tesei ed il preparatore dei portieri Esposito, via ai lavori. In generale, il raduno e l’inizio degli allenamento dell’Olimpia va preso come un fatto estremamente positivo: è stata un’estate lunga e piena di dubbi ed incertezze che è sfociata con l’allestimento della rosa, in ritardo, ma l’Agnone c’è ai nastri di partenza della serie D. Man mano i giocatori ratificheranno gli accordi con la società: la dirigenza è lieta di riaccogliere nelle proprie fila Litterio, originario di Pescopennataro. Poi un mix di pedine di prospettiva, come il portiere Fontanelli, classe ’96. Hanno destato una buona impressione i 2003 De Gaudio e Milone, prodotti della scuola calcio dell’Agnone. Entro sabato ci sarà una prima scrematura a cui faranno seguito le firme sui contratti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Serie D, il punto sulle molisane

Quinta giornata di campionato in programma nel girone F, ricordiamo che da domenica prossi…