La nuova ordinanza del presidente Toma ricalca quella con la quale palazzo Chigi ha prorogato lo stato di emergenza fino al 15 di ottobre. In sostanza permangono le misure restrittive per chi rientra dai paesi dove il contagio è ripreso in modo vigoroso: Malta, Croazia, Spagna e Grecia.
Ma anche gli obblighi del distanziamento sociale e delle mascherine nei luoghi pubblici dove sono possibili assembramenti dalle 18 alle 6 del mattino.
L’ordinanza arriva nel giorno in cui è trapelata la notizia delle reazioni anomale di uno dei vaccini che è in corso di sperimentazione. In Molise, tuttavia, i numeri dei contagi restano contenuti e tra le notizie rassicuranti c’è quella dell’esito negativo dei tamponi effettuati sugli ospiti e sul personale della residenza dei saggi di Monteroduni, dove qualche giorno fa è risultata positiva al Covid un’anziana che è tuttora ricoverata al Cardarelli.
I test al Gemelli, invece, hanno consentito di individuare altri due medici positivi al Coronavirus, dopo il primo caso del rianimatore. La situazione, dicono i vertici della struttura di contrada Tappino, è circoscritta e sotto controllo.
Il totale dei casi positivi, emersi dall’ultimo bollettino diramato dall’Asrem, è di 4 su 436 tamponi processati. Un numero mai così elevato dall’inizio della pandemia.
I contagiati sono uno a Vinchiaturo, uno a Montaquila e i due di Campobasso del cluster del Gemelli.

Potrebbe interessanti anche:

Covid, monitoraggio settimanale: in Molise salgono incidenza dei casi e indice Rt

In Molise incidenza dei casi Covid  ancora in aumento. Si passa da 451 a 727 , in linea co…