Così come annunciato nei giorni scorsi, questa mattina nel centro storico di Isernia, è stata organizzata una manifestazione di protesta per chiedere la riapertura dell’ufficio postale di fronte alla chiesa di San Pietro Celestino. Il sit-in è stato voluto “per richiamare l’attenzione sull’ennesima vergogna che colpisce cittadini che evidentemente vengono considerati di serie B – ha detto Emilio Izzo – Lo sportello postale, chiuso a suo tempo a causa Covid, ad oggi, nonostante la riapertura di tutte le attività, resta muto e silenzioso davanti alla rabbia e il disappunto di centinaia di persone, molte delle quali anziane, lasciando indifferenti – ha concluso – i dirigenti di Poste Italiane e l’amministrazione comunale”. L’ufficio è stato chiuso a marzo, per via dell’emergenza sanitaria. E’ dunque chiuso da circa sei mesi, con inevitabili disagi soprattutto per gli anziani

Potrebbe interessanti anche:

San Casto primo evangelizzatore della diocesi di Trivento, oggi 4 luglio le celebrazioni

San Casto primo evangelizzatore della diocesi di Trivento, oggi 4 luglio le celebrazioni. …