Home Cultura Esploriamo i borghi del Molise: Pizzone
Cultura - Evidenza - Senza categoria - Travel - 8 Settembre 2020

Esploriamo i borghi del Molise: Pizzone

Un viaggio alla scoperta delle bellezze e del patrimonio culturale di Pizzone

di LIA MONTEREALE

Il nostro viaggio di oggi ci porta a Pizzone, comune in provincia di Isernia.
Il borgo di Pizzone sorge sul monte Mattone e fa parte del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise. I suoi boschi sono popolati da numerose specie faunistiche come l’aquila reale, l’orso bruno marsicano e i cervi.
Quali sono le sue origini storiche? Pizzone si venne a costituire tra il 935 e il 981 d.C a seguito del trasferimento degli abitanti di numerosi villaggi limitrofi. Divenne feudo di Andrea d’Isernia nel 1295, e nel 1320 fu aggregato all’Abruzzo Citra (Chieti). Conserva le tre porte che consentivano l’accesso al paese e diverse cappelle.
La cittadina inoltre ospita il “MOrso” – Museo dell’Orso. L’allestimento è dedicato alla storia naturale dell’orso e alle sue interazioni con l’uomo.
I prodotti delle terra e delle attività locali sono alla base della cucina pizzonese. Tra le pietanze tipiche ricordiamo i ravioli pizzonesi (gnocchetti fatti con acqua, farina e orapi. Questi ultimi sono spinaci selvatici). I piatti legati alla tradizione pastorale e alla transumanza sono invece il  pecorino, la ricotta di pecora, il caciocavallo di mucca, le scamorze, la Marzolina (raro formaggio caprino) e il miele (che può essere degustato con i prodotti caseari).

Per informazioni: Comune di Pizzone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Campobasso, Gravina: “Entro l’anno prossimo pronta la Tangenziale nord”

Quando l’opera sarà completata, l’annuncio del sindaco di Campobasso è per il …