I capigruppo del consiglio regionale hanno incontrato sindacati e lavoratori della Gam.
La volontà di salvare la filiera, dicono i sindacati, deve adesso essere tradotta in atti urgenti, concreti e coraggiosi che non permettano di perdere questa vertenza baluardo dell’area di crisi complessa.
La Giunta regionale – conclude il sindacato – deve trovare gli strumenti finanziari che permettano la continuità aziendale, del fitto di ramo d’Azienda e di copertura degli oneri e quote di TFR.
La cifra del disastro Gam – ha dichiarato Iorio – provocato dalla Regione, che dal 2013 non ha voluto investire preferendo chiudere la filiera avicola molisana, è racchiusa in questi numeri: 35milioni di euro in 7 anni per la cassa integrazione 4milioni e 200mila euro per il TFR Pil del Molise crollato in maniera vertiginosa.
In qualità di presidente della Regione – ha aggiunto Iorio – la soluzione individuata riguardava l’applicazione del Piano Deloitte che avrebbe dovuto rilanciare la Gam di Bojano.
Ad oggi posso dire di aver avuto una grave colpa in questa vicenda: quando ero presidente gli allevatori allevavano, i trasportatori trasportavano, gli operai producevano, ha concluso Iorio.

Potrebbe interessanti anche:

Morte Vincenzo Nardaccione, assolto Francesco Di Florio difeso dagli avvocati Arturo Messere e Marco Lorusso

Francesco Di Florio è stato assolto perchè il fatto non sussiste. Il Giudice per l’U…