Abbonamenti per il trasporto scolastico pagati per il mese di marzo ma poi non utilizzati a causa del lockdown. Sono numerose le segnalazioni dei genitori degli studenti che chiedono alla Sati e ad altre compagnie di poter utilizzare la quota già versata per il mese di settembre in modo da recuperare i viaggi non utilizzati. Un disagio che pesa sui redditi delle famiglie e che potrebbe essere risolto in vista della riapertura degli istituti.

Potrebbe interessanti anche:

Auto finisce in una scarpata a Campomarino, miracolata 48enne

Un grande spavento per una donna di 48 anni finita con la sua auto nella scarpata, dal cav…