12.1 C
Campobasso
sabato, Maggio 18, 2024

Esploriamo i borghi del Molise: Civitacampomarano

CulturaEsploriamo i borghi del Molise: Civitacampomarano

di LIA MONTEREALE

Il nostro viaggio di oggi ci porta a Civitacampomarano, comune in provincia di Campobasso. Quali sono le origini del nome?
Campomarano si venne a costituire con molta probabilità intorno al X secolo a seguito dell’aggregazione dei diversi villaggi presenti nella valle, assorbendo, attraverso il cosiddetto “incastellamento”, gran parte della popolazione circostante. L’unione dei villaggi giovò notevolmente alla popolazione anche dal punto di vista economico cosicché i suoi abitanti iniziarono ad usare l’appellativo “civitas” che, aggiunto alla prima denominazione, avrebbe poi dato luogo al nome di “Civitacampomarano”.
Civitacampomarano ospita meravigliosi paesaggi, conserva una forte tradizione eno-gastronomica ed è conosciuto per il suo imponente e suggestivo Castello angioino. Il Castello è noto per il tradimento consumato nella Piana di Sessano nel 1442 durante lo scontro tra Angioini e Aragonesi per la conquista del Regno di Napoli.
Paolo di Sangro, capitano di ventura al servizio degli Angioini, in un momento decisivo per la battaglia, insieme ai suoi uomini passò dalla parte degli Aragonesi gridando: “Aragona, Aragona!”.
Fu così ricompensato con il castello di Civitacampomarano di cui divenne il proprietario.
Pochi anni più tardi, nel castello fu firmato il contratto di matrimonio tra Cola Monforte e Altabella Di Sangro, figlia di Paolo, nota per i suoi numerosi tradimenti nei confronti del marito, tradimenti avvenuti soprattutto quando il marito, conte di Campobasso, iniziò a cadere in disgrazia.
Insomma, un castello davvero affascinante che ci riporta indietro nel tempo e in cui è possibile rivivere ed immaginare storie, passioni e tradimenti.

Per ulteriori informazioni:
Comune di Civitacampomarano
Castello di Civitacampomarano

Ultime Notizie