Hanno vissuto davvero una serata da brividi un gruppo di ragazzi e gli uomini di una pattuglia della polizia di stato. Nelle vicinanze della piscina comunale di Isernia, un uomo – armato di pistola – ha minacciato di farla finita. Quando ha visto arrivare gli agenti ha subito esploso un colpo in aria, a non molta distanza da alcuni giovani, ignari di quanto stesse accadendo. I due poliziotti in servizio, fiutato il pericolo, hanno creato una sorta di barriera tra l’uomo e i ragazzi mettendo di traverso la volante. Poi, dopo averli fatti mettere al sicuro, hanno tentato di avvicinare la persona che poco prima aveva chiamato al 113 minacciando di suicidarsi. Ma per tutta risposta si è puntato la pistola sotto il mento: “Se non vi fermate, sparo”, ha detto l’uomo ai due agenti. Ne è nata una lunga trattativa. Dopo oltre un’ora i poliziotti sono riusciti a convincerlo a consegnare l’arma. Subito dopo hanno contattato il 118. Il giovane è stato accompagnato al Veneziale per essere sottoposto ad accertamenti. Successivamente la polizia ha recuperato cartucce nella sua auto e altre armi e cartucce nella sua abitazione. Il giovane è stato denunciato a piede libero per aver esploso il colpo di pistola nelle vicinanze di abitazioni e in presenza di persone.

Potrebbe interessanti anche:

Incidente in autostrada, ferito un 37enne

Nella notte un’auto è uscita fuori strada sull’A14 (km 505 verso sud) tamponan…