Home Attualità Calenda saluta il Questore Pellicone: “Il suo impegno va oltre la lotta alla criminalità. Grazie a lui promossi interventi di sensibilizzazione e prevenzione in ambito sociale”
Attualità - Isernia - 1 Settembre 2020

Calenda saluta il Questore Pellicone: “Il suo impegno va oltre la lotta alla criminalità. Grazie a lui promossi interventi di sensibilizzazione e prevenzione in ambito sociale”

Desidero ringraziare e salutare il Questore di Isernia, Roberto Pellicone, che lascia il capoluogo pentro per ricoprire un altro prestigioso incarico in Puglia. Il Questore Pellicone, in questi due anni di attività ha svolto un lavoro egregio che non si è limitato solamente alla repressione delle diverse forme di criminalità, bensì si è reso protagonista, insieme ai suo agenti, di mirate campagne di sensibilizzazione e prevenzione per migliorare la qualità della vita nella provincia di Isernia. Altresì, il Questore Pellicone ha dimostrato particolare attenzione a tematiche sociali a me molto care, in particolare per quel che concerne il contrasto alla violenza domestica e di genere, fenomeni purtroppo con cui ancora oggi siamo costretti a fare i conti. A lui va il merito di aver inaugurato lo sportello di primo ascolto, presso la Questura di Isernia, intitolato a Stefania Cancelliere, giovane isernina brutalmente assassinata dal suo ex marito e il cui ricordo è ancora vivo in tutta la comunità. Nel rinnovare le congratulazioni per il lavoro svolto in questa regione, colgo l’ occasione per augurare al Questore Pellicone una vita e una carriera che lo ripaghino del suo impegno quotidiano, nella certezza che il legame con il nostro territorio e con la sua gente, rimarrà immutato, così come la stima che tutti noi abbiamo nei suoi confronti. Ad maiora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Potenziare la medicina territoriale: proposta della Diocesi in emergenza Covid. Appello ai sindaci

Un progetto di medicina sul territorio per tutelare la salute dei molisani e che ora in em…