Home Provincia di Isernia Agnone Comunali Agnone, botta e risposta sul mancato accordo tra PD e Movimento 5 Stelle

Comunali Agnone, botta e risposta sul mancato accordo tra PD e Movimento 5 Stelle

 Si annuncia calda la campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale di Agnone. Il tempo di partire e già arrivano i primi scambi di accuse. A tenere banco è il mancato accordo tra il Pd – che sostiene il candidato sindaco Daniele Saia – e il Movimento 5 Stelle, che invece ha preferito scendere in campo sostenendo la candidatura di Vincenzo Scarano. Proprio il consigliere regionale dei grillini, Andrea Greco, ha lanciato il primo affondo: “Il nostro tentativo di conciliazione – ha commentato – è fallito. Il PD si è trincerato fin dal primo secondo dietro il nome di Daniele Saia come candidato sindaco dopo la benedizione di Facciolla e Fanelli e nessuno ha voluto sentire ragioni. Forse quel PD non ha mai voluto ragionare seriamente con noi. Ma nonostante questo, ci tenevamo a correre, e abbiamo continuato a dialogare con l’avvocato Scarano, il quale ha dimostrato di aver fatto un’ottima opposizione in questi anni di Consiglio comunale, ad esempio denunciando il caso delle biomasse e tutelando la casa di riposo San Bernardino. Io – ha concluso Greco – continuerò a lottare contro le storture del sistema. Mentre c’è chi ha scelto di dialogare con chi ha distrutto la nostra sanità e non con chi ha dimostrato di voler salvaguardare il territorio”. La replica del Gruppo Nuovo Agnonese – del candidato sindaco Saia – non si è fatta attendere. “Non è vero che il nostro gruppo non ha voluto dialogare. In verità, la chiusura, avvenuta solo a poche ore dalla presentazione delle liste, è stata frutto di lunghe ed estenuanti trattative che non hanno generato un serio progetto di insieme che avesse al centro il bene di Agnone. Il confronto si é spesso arenato quando é stato introdotto il tema delle cariche da attribuire preventivamente ai candidati in lista, ragionamento che non ci é mai appartenuto in quanto tali richieste, a nostro avviso, continuano a seguire il filone della vecchia politica. Ci sorprende, piuttosto – hanno concluso gli esponenti di Nuovo Sogno Agnonese – apprendere che il gruppo del Movimento 5 stelle abbia preferito allearsi con una lista civica appoggiata da esponenti del centro destra locale e regionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Potenziare la medicina territoriale: proposta della Diocesi in emergenza Covid. Appello ai sindaci

Un progetto di medicina sul territorio per tutelare la salute dei molisani e che ora in em…