Simpatica ed interessante iniziativa itinerante promossa da “ I Venafrani per Venafro “ perché si possano riscoprire ed apprezzare storia, arte, ambiente ed attrattive del centro storico cittadino, autentico scrigno di cultura e suggestioni del passato. Nel contempo, anche per debellare e finalmente vincere i timori del presente, causa la ripresa della minaccia covid, che tanto frena e rallenta la ripartenza. Ecco allora l’iniziativa de “I Venafrani per Venafro” che hanno ideato “ Capabball’ e Capammont’ “, un su e giù tra gli antichi quartieri venafrani invitando tutti a partecipare. Ne parliamo con gli ideatori, Mario Giannini e Tonino Atella, già docenti degli istituti statali sia dell’obbligo che superiori. “ Capabball’ e Capammont’ -affermano i due prof- si svolgerà in due pomeriggi. Il 2 settembre, con ritrovo alle h 17,30 a Piazza Castello, oggi Piazza Totò, andremo dai rioni a nord verso i quartieri a sud, soffermandoci sulle particolarità che incontreremo lungo il percorso. Il successivo 7 settembre, sempre dalle h 17.30, ci ritroveremo invece al rione Ciaraffella a sud, da dove saliremo verso la parte alta della Venafro antica, dicendo di arte, storia e tant’altro della città dei tempi andati. Un tuffo nel passato per dire di personaggi e situazioni di particolare rilievo”. Contate su una folta partecipazione popolare ? “Pensiamo che la gente abbia voglia d’incontrarsi, ascoltare, apprendere ed illustrare a sua volta, per cui prevediamo una buona affluenza. Ovviamente invitiamo sin d’ora tutti al distanziamento, all’uso delle mascherine ed alla massima accortezza per evitare problemi di sorta”. Ed allora scarpe comode, partecipazione e senso della responsabilità di tutti per questo innovativo “ Capabball’ e Capammont’ “ alla riscoperta del bello e del meglio della Venafro antica.

Potrebbe interessanti anche:

Covid, monitoraggio settimanale: il Molise torna a rischio basso. 4 i nuovi casi su 325 tamponi

Quattro nuovi contagi su 325 tamponi processati, con il tasso di positività all’1,23…