Il consigliere regionale del Movimento 5 stelle Vittorio Nola, in un post su Facebook evidenzia quelle che definisce inadeguatezze della Giunta regionale, messe ancora più in luce in questi giorni di Agosto. Parla di ritardi su tutto e fa riferimento, ad esempio, ai disagi in Basso Molise per la mancanza di acqua potabile. “Avevo suggerito di evitare uno stop prolungato dei lavori del Consiglio regionale – dice – ma non sono stato ascoltato”. Secondo Nola, poi, nessun passo avanti è stato fatto su sanità e comunicazioni digitali “e – la sua puntualizzazione – nessuno ci informa sullo stato dell’arte”.
In questi giorni in Molise si sono visti e si vedono visitatori da tutta Italia, pure personalità note che stanno scoprendo il Molise. “Anche i turisti – rimarca però Nola – si lamentano che spesso trovano chiusi i siti che desiderano visitare, specie il sabato e la domenica”. Il politico venafrano poi parla all’appuntamento elettorale del 20 e 21 settembre, si voterà in 20 Comuni molisani. “Da quello che si vede, legge e sente – dichiara Nola – nessuno illustra quali siano i programmi operativi con cui i singoli candidati sindaci si propongono”. In quelle date anche Il referendum per stabilire se confermare o meno la legge sulla riduzione dei membri di Camera e Senato. “Nessuno commenta – dice l’esponente 5 stelle – se non riportando polemiche politiche esterne, dell’opportunità che avremo, sempre nelle consultazioni, di diminuire il numero dei parlamentari. Votando sì al referendum – aggiunge Nola – ci adeguiamo alle rappresentanze europee, ben sapendo che la nostra Regione sostanzialmente non verrà penalizzata”. Il consigliere regionale si augura che le forze politiche, “con cui – rimarca – il movimento 5 Stelle può condividere responsabilità e controlli, obiettivi riguardo agli investimenti prioritari e comportamenti etici nel solco della legalità, mettano al centro della propria rinnovata azione temi quali sviluppo, innovazione, formazione e occupazione, non solo dei giovani talenti ma di tutte le risorse umane disponibili”.
Per Nola i prossimi mesi saranno molto complicati per i difficili problemi da affrontare, non solo su Sanità o ripartenza dell’anno scolastico e universitario. Secondo lui fondamentale è la coesione e una grande capacità di coinvolgere tutte le forze sane del Molise, per affrontare i difficili temi economici e logistici che investiranno molte famiglie.
Vittorio Nola conclude sottolineando che il movimento c’è con proposte e progetti concreti da condividere volentieri.

Potrebbe interessanti anche:

Covid: 143 nuovi positivi, un ricovero e 224 guariti

I dati Covid adesso con il bollettino dell’Asrem. Sono 143 i nuovi positivi riscontrati in…