Il Geco Società Cooperativa Sociale ha dato incarico ai propri legali di querelare il giornale “La Verità” e chiunque altro, a qualsiasi titolo, diffondendo con ogni mezzo notizie false, suggestive e diffamatorie ha danneggiato o, in futuro, danneggerà l’immagine della Cooperativa e/o dei soci e dipendenti della stessa.
In una nota il prsidente del cda, Barbara Ferri, afferma:
“Visti gli articoli pubblicati dal quotidiano “La Verità” il 14 e 15 agosto 2020, enfatizzati dagli organi di informazione locale ed oggetto, sui social network, di commenti denigratori, ingiuriosi, diffamatori e, in alcuni casi, contenenti minacce nei confronti di soci lavoratori della Cooperativa Il Geco, si comunica quanto segue:
Per conto delle Prefetture di Campobasso e Isernia, Il Geco Società Cooperativa Sociale è affidataria del servizio di accoglienza di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale, all’esito di gare d’appalto europee, la cui regolarità è stata accertata, sotto diversi profili, anche dal T.A.R. Molise, che ha respinto i ricorsi proposti da alcuni operatori economici;
Nessuno dei funzionari pubblici che – a diverso titolo – ha preso parte al procedimento di gara è legato a vincoli di parentela con soci lavoratori e/o dipendenti de Il Geco Società Cooperativa Sociale, né tali vincoli di parentela sussistono con i funzionari incaricati della gestione del contratto;
Il Geco Società Cooperativa Sociale ha partecipato alle predette gare, in quanto il servizio in questione rientra nel proprio oggetto sociale;
Ogni decisione in ordine all’accoglienza dei cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale compete esclusivamente allo Stato, dunque nessun potere in materia compete a Il Geco Società Cooperativa Sociale che, per contratto, si limita ad erogare il servizio richiesto dalle autorità statali competenti;
Diversamente da altri operatori del settore, Il Geco Società Cooperativa Sociale non ha scopo di lucro, bensì solo quello di fornire servizi sociali e, nel contempo, opportunità di lavoro. Eventuali utili, pertanto, non possono essere ripartiti tra i soci, ma reinvestiti in altri progetti a carattere sociale;
Nessuno dei soci lavoratori e/o dipendenti de Il Geco Società Cooperativa Sociale ha mai percepito, né potrebbe percepire, personalmente, somme di denaro dalla Prefetture per il servizio di accoglienza;
Ai propri soci lavoratori e dipendenti, Il Geco Società Cooperativa Sociale eroga esclusivamente lo stipendio previsto dal CCNL. In ogni caso, nessuno dei soci lavoratori e dei dipendenti è proprietario di barche, né risulta che qualcuno di essi le abbia mai prese a noleggio.
Per tali ragioni, Il Geco Società Cooperativa Sociale ha dato incarico ai propri legali di querelare il giornale “La Verità” e chiunque altro, a qualsiasi titolo, diffondendo con ogni mezzo notizie false, suggestive e diffamatorie ha danneggiato o, in futuro, danneggerà la Cooperativa, i soci lavoratori, i dipendenti, nonché tutti gli altri collaboratori che forniscono beni e servizi per la stessa”.

Potrebbe interessanti anche:

Tv locali, pubblicato il bando per investimenti in tecnologie innovative

Pubblicato il “Bando per all’erogazione di contributi alle imprese titolari di emittenti t…