Home Attualità Migranti a Campomarino: oltre 50 mancano all’appello. Altri 20 fuggiti negli ultimi giorni

Migranti a Campomarino: oltre 50 mancano all’appello. Altri 20 fuggiti negli ultimi giorni

La buona notizia è che la dipendente del Comune di Campomarino che è stata a contatto con i migranti dello Sweet Dreams è risultata negativa al tampone. Il test le è stato stato somministrato dopo che 5 ospiti della struttura sono risultati positivi. Anche gli uffici comunali, su disposizione del sindaco Pierdonato Silvestri, sono stati sanificati. La notizia meno buona è che mancano all’appello molti migranti, più di 50 rispetto agli 83 arrivati il 31 luglio. In 32 erano fuggiti subito dopo il loro arrivo eludendo i controlli, che poi erano stati rafforzati. Da allora ad oggi altri venti sono riusciti a lasciare il centro di accoglienza, che strutturalmente ha forti criticità, motivo per il quale il sindaco di Campomarino aveva espresso contrarietà all’arrivo degli immigrati. Le fughe sono avvenute sempre con la complicità del buio, impossibili da arginare per le forze dell’ordine. Ad oggi meno di 30 migranti si trovano nell’edificio sulla statale 16 e saranno rimpatriati non appena ci sarà l’autorizzazione dell’Asrem. Restano in isolamento i cinque stranieri positivi al virus. Le criticità della struttura stanno spingendo la Prefettura a valutare altre soluzione per ospitare i migranti e non è escluso che possano essere spostati. Il Comune di Campomarino attraverso l’avvocato Massimo Romano aveva presentato al Tar una richiesta di sospensiva contro la decisione della Prefettura di portare i migranti allo Sweet Dreams. Il tribunale pur riconoscendo le carenze strutturali non ha concesso la sospensiva, fissando l’udienza per la discussione al 23 settembre. “Lo Sweet Dreams ad oggi è privo di certificato antincendio e di altri requisiti igienico-sanitari obbligatori per legge. Ho sollecitato la Prefettura di Campobasso, i Vigili del Fuoco e l’Asrem ad adempiere le prescrizioni richieste dal Tar Molise” queste le dichiarazioni all’Ansa del sindaco di Campomarino, Pierdonato Silvestri. Ad alimentare un fuoco di polemiche che già arde da giorni è poi l’europarlamentare della Lega Massimo Casanova: “Abbiamo notizia che i nuovi positivi non siano stati isolati ma siano liberi di mischiarsi al resto degli ospiti durante il giorno e di scappare anche. Questo mentre le forze di polizia messe a presidio del centro di accoglienza rischiano la quarantena obbligatoria. Solidarieta’ agli agenti” ha concluso Casanova chiedendo la chiusura dei confini italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Recupero reti e funi dismesse, attivato il servizio al porto di Termoli

TERMOLI. Un’area al porto di Termoli per recuperare reti e funi dismesse. Un modo concreto…