Home Apertura Parco nazionale del Matese, Federico sollecita Molise e Campania
Apertura - Evidenza - 10 Agosto 2020

Parco nazionale del Matese, Federico sollecita Molise e Campania

l rischio è quello di vedersi passare sotto al naso un’occasione che non si ripresenterà. Dopo anni di battaglie per ottenere l’istituzione del parco nazionale del Matese, la procedura si è inceppata a un passo dal traguardo.
Per questioni di puro campanile, le Regioni Campania e Molise stanno esponendo i territori di quattro province: Campobasso, Isernia, Caserta e Benevento, a un danno economico valutato in prospettiva che per quelle zone rappresenta davvero un’opportunità irripetibile.
Quasi un anno fa, il ministero dell’Ambiente ha chiesto a Molise e Campania di individuare le aree nelle quali comprendere i confini del parco nelle cosiddette perimetrazioni e zonazione, termini che lasciano ampiamente intendere di quanto la burocrazia tenda a complicare anche le cose facili.
Disegnare il parco del Matese, però, si è rivelato più difficile che pensarlo. Le Regioni non hanno risposto ai solleciti del Ministero, che ha spiegato l’andamento dei fatti rispondendo anche a interrogazioni parlamentari.
“Nemmeno l’intervento del ministro Costa – ha riferito il deputato cinque stelle Antonio Federico, firmatario di una interrogazione – ha scosso dal torpore i governatori De Luca e Toma che già a gennaio erano stati invitati a definire il perimetro del parco. A febbraio – ha aggiunto Federico – la Regione Molise ha trasmesso le delibere con le modifiche che riguardavano l’inserimento di alcuni comuni, tra cui San Massimo e l’area di Campitello Matese, ma la documentazione non è completa”. Ma se in Molise qualcosa si è mosso, sul fronte campano non c’è ancora alcun segnale, se non quello di rivendicare per una delle due province la sede dell’Ente.
Antonio Federico ha di nuovo presentato un atto ufficiale alla Camera, ma in Molise ha invitato il governatore di completare il carteggio richiesto e inviarlo al ministero, denunciando comunque il totale immobilismo della Regione Campania.
Soldi perduti e occasioni sfumate – ha commentato il deputato cinque stelle: basti pensare – ha concluso al bando ‘Parchi per il Clima’ che assegna tra i 3,5 ed i 5,5 milioni di euro a ciascun Parco nazionale. Milioni di euro fondamentali per l’economia già sofferente delle province di Campobasso, Isernia, Caserta e Benevento, ma persi per l’inerzia di alcune istituzioni regionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Campobasso, Gravina: “Entro l’anno prossimo pronta la Tangenziale nord”

Quando l’opera sarà completata, l’annuncio del sindaco di Campobasso è per il …