Home Sport Calcio: torna il pubblico sugli spalti.
Sport - 10 Agosto 2020

Calcio: torna il pubblico sugli spalti.

La novità sostanziale dell’ultimo fine settimana tocca la possibilità di rivedere il pubblico in misura limitata negli eventi minori: si apre uno spiraglio positivo per le gare della Lnd. Così recita un comma del DPCM firmato due giorni fa dal presidente del consiglio Conte: al punto e si dice che a decorrere dal 1 settembre 2020 è consentita la partecipazione del pubblico a singoli eventi sportivi  di minore entità che non superino il numero massimo di mille spettatori per gli stadi all’aperto e di duecento spettatori per  impianti sportivi al chiuso. La presenza di pubblico – è scritto nella norma – è comunque consentita nei settori degli impianti sportivi nei quali sia possibile assicurare la prenotazione e assegnazione preventiva del posto a sedere, con adeguati volumi e ricambi d’aria nel rispetto del distanziamento interpersonale con obbligo di misurazione della temperatura all’accesso ed utilizzo della mascherina. Questo uno stralcio del nuovo dpcm che è stato accolto con grande favore dal presidente della lnd Cosimo Sibilia. Ad oggi, però, non è stato scritto alcun protocollo alternativo per consentire la disputa delle gare anche dei campionati minori. Nella norma si parla di eventi sportivi di minore entità. Nel comma successivo, viene precisato come gli eventi e le competizioni sportive riconosciuti di interesse nazionale  e regionale sono consentiti a porte chiuse ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico. Anche le sessioni di allenamenti degli atleti, professionisti e non professionisti sono permessi a porte chiuse nel rispetto dei protocolli. La lettera della norma che apre al pubblico tocca in sostanza i campionati regionali dove il pubblico è riammesso, benchè con delle limitazioni. Rimane il divieto di spettatori per le gare di interesse nazionale. La sensazione netta è che gradualmente si possa andare verso un rientro limitato del pubblico e con tutte le precauzione del caso a cominciare dal distanziamento sociale e dall’obbligo della mascherina.

Il Campobasso, interessato anche a queste dinamiche riguardanti gli spettatori,  sta per chiudere la prima parte del ritiro per poi trasferirsi dopo il ferragosto a Palena dove gli allenamenti entreranno nel vivo. Non solo: salvo sorprese, proprio nella provincia abruzzese, Cudini dovrebbe essere raggiunto dai pezzi pregiati di un mercato abbastanza laborioso per volontà della dirigenza che non vuole affrettarsi negli ingaggi di spessore. Per Cudini è stato un periodo interessante nel quale è stato possibile visionare anche giovani 2002 prodotti del vivaio rossoblu, fra questi Arco, Tizzani, lo stesso Daniele Luisi cresciuto nella scuola calcio Mirabello. Fra i volti nuovi anche qualche campobassano promettente che si è disimpegnato nell’ultimo anno nel campionato di eccellenza. La società lavora ininterrottamente anche sul fronte marketing: il nuovo ingresso di Levigas certamente può rendere il Campobasso ancora piu attraente e credibile agli occhi di imprenditori interessati a collaborare. Entro il diciassette si potrebbe sbrigare definitivamente la questione legato al ripescaggio che almeno oggi appare abbastanza complesso: il Campobasso guarda da interessato a quello che può accadere da qui ad una decina di giorni in serie C. Entro il venti al massimo si saprà con certezza la categoria dei rossoblu fermo restando che oggi si è saldamente in quarta serie.

De Angelis e Cudini

Ad Agnone il lungo summit societario tenutosi venerdi dovrebbe aver dato il via definitivamente alla nuova stagione. Probabilmente c’è un piccolo ritardo sulla tabella di marcia che i dirigenti proveranno a compensare in questi giorni. Sembra si vada verso una presidenza alternativa ancora da decidere. Mentre sotto il profilo tecnico, pare che la società abbia gia ricevuto una lista della spesa da qualche operatore di mercato. Mancherebbe soltanto l’approvazione da parte dei vertici, ma pare che il momento di procedere alla ricomposizione di staff e rosa di giocatori possa essere ormai prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Rally del Molise definito il programma della gara

Squadra che vince non si cambia. Recita così una legge non scritta nel mondo degli sport c…