Home Attualità Tunisini, in due fuggono da Isernia in maniera rocambolesca
Attualità - Cronaca - Evidenza - Isernia - 4 Agosto 2020

Tunisini, in due fuggono da Isernia in maniera rocambolesca

Sequenze da film comico per la grande fuga dei tunisini arrivati in Italia. Li hanno smistati in vari centri d’accoglienza sul territorio nazionale, anche in Molise e a Isernia, dove sono ospitati dalla Cooperativa Geco, lungo viale dei Pentri.
Film comico perchè bisogna raccontarlo come due dei circa cinquanta tunisini arrivati a Isernia hanno eluso la sorveglianza delle Forze dell’Ordine, che presidiano la struttura 24 ore su 24, principalmente per imporre il rispetto della quarantena, prevista dalla legge per tutti coloro che arrivano in Italia da Paesi a rischio Coronavirus.
Per tagliare la corda, una donna, prima ha simulato un malore, poi s’è fatta accompagnare in ospedale e dal Pronto Soccorso, intorno alla mezzanotte, è sparita, facendo perdere le proprie tracce.
Un uomo, sempre tunisino come la donna, è riuscito invece a fuggire dall’interno della struttura che ospita i migranti, forse calandosi dalla grondaia, o usando il classico lenzuolo, come nelle fughe dal carcere. Ha così eluso la sorveglianza delle Forze dell’Ordine che presidiano l’edificio ed è sparito nel nulla. Posti di controllo in tutta la città, in special modo al terminal e alla stazione, ma dei due fuggitivi nessuna traccia.
Insomma scappati dalla Tunisia per cercare lavoro in Europa, fuggendo, automaticamente verranno espulsi e rimpatriati appena ripresi, anche se tutto lascia pensare che scegliendo la clandestinità in Italia, sicuramente si dirigeranno verso la Francia o il Belgio, i Paesi con le maggiori comunità tunisine d’Europa, dove già vivono magari le loro famiglie o loro parenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Recupero reti e funi dismesse, attivato il servizio al porto di Termoli

TERMOLI. Un’area al porto di Termoli per recuperare reti e funi dismesse. Un modo concreto…