Home Attualità Pozzilli. Unilever, vertice con il sottosegretario Todde: le ipotesi in campo per salvare i posti di lavoro

Pozzilli. Unilever, vertice con il sottosegretario Todde: le ipotesi in campo per salvare i posti di lavoro

Si è svolto un nuovo incontro riguardante lo stabilimento Unilever di Pozzilli, convocato dalla sottosegretaria allo Sviluppo economico Alessandra Todde. Presenti in videoconferenza, oltre ai rappresentanti di azienda e sindacati, i portavoce del MoVimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati, Antonio Federico e Rosa Alba Testamento, e i portavoce M5S in Consiglio regionale del Molise, Vittorio Nola e Andrea Greco. “L’incontro – ha spiegato la sottosegretaria Todde – è servito per monitorare i passi compiuti dall’azienda sul futuro del sito di Pozzilli, un lavoro portato avanti con il supporto dei nostri uffici, di Invitalia e dei tecnici della Regione. Registriamo con soddisfazione l’impegno ad una totale salvaguardia del perimetro occupazionale diretto e indiretto. Il Mise seguirà con attenzione gli sviluppi che nei prossimi mesi porteranno alla definizione concreta del progetto”. “Il fatto che in questo periodo ci siano investitori che vogliono fare impresa a Pozzilli – spiega Antonio Federico – è certamente una buona notizia. È chiaro che le prossime settimane saranno dirimenti per capire l’entità, lo spessore e la visione di questi progetti tra i quali l’azienda dovrà scegliere quelli da presentare al Mise. L’optimum è quello di mantenere la produzione attuale, il know how attuale, ma di certo fondamentale sarà prima di tutto la tutela degli attuali livelli occupazionali. In questo senso l’azienda è chiamata a fare la propria parte e Unilever Italia si è impegnata davanti al Ministero per la tutela dei posti di lavoro. Ma per raggiungere l’obiettivo – conclude il portavoce alla Camera – c’è bisogno dell’impegno di tutte le parti: azienda, Ministero, sindacati, lavoratori e Regione. Ecco perché lascia amarezza la nuova assenza all’incontro dei vertici politici regionali: in ballo c’è una importante fetta dell’economia molisana”. Vittorio Nola e Andrea Greco aggiungono: “Siamo contrari alla conversione dello stabilimento di Pozzilli in un sito per il riciclo della plastica, una delle ipotesi proposte da Gianfranco Chimirri, direttore delle Risorse umane di Unilever Italia. A riguardo chiediamo che sia perseguita la strada delle partnership industriali per sfruttare la migliore capacità produttiva del sito di Pozzilli e al tempo stesso sarà importante conoscere i nomi dei possibili investitori. Il tutto speriamo possa avvenire nel più breve tempo possibile, al massimo tra settembre e ottobre anche e soprattutto nel rispetto delle dieci aziende e dei 250 lavoratori dell’indotto.
Come già accaduto in passato registriamo l’assenza del governatore Donato Toma, o comunque di qualcuno da lui delegato, che ha nuovamente snobbato l’incontro con il Mise: un comportamento secondo noi offensivo nei confronti dei lavoratori. Tuttavia accogliamo favorevolmente il coinvolgimento diretto di Invitalia, a conferma dell’impegno del governo nazionale. Anche per questo vogliamo ringraziare la sottosegretaria Todde che sta seguendo questa vicenda passo per passo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Fiamme gialle scoprono discarica abusiva a Casacalenda, denunciati i due responsabili

Il Roan di Termoli, nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di polizia ambientale, h…