Home Attualità Micaela Fanelli: “In ritardo sui Progetti di Cooperazione Europea”
Attualità - Evidenza - Politica - Regione - 27 Luglio 2020

Micaela Fanelli: “In ritardo sui Progetti di Cooperazione Europea”

Cooperazione Territoriale Europea: a che gioco si sta giocando? Il presidente Toma chiarisca in Aula. Il Molise non può permettersi più ritardi e perdere le opportunità della nuova programmazione. L’inquietante interrogativo è di Micaela Fanelli che afferma: «Sui progetti di Cooperazione Territoriale Europea siamo in ritardo. La performance di spesa sulla progettazione registra percentuali ridotte e il rischio è quello di perdere importanti risorse assegnate alla nostra Regione. Un pericolo che non è possibile correre!

Esclama la consigliera Pd, proprio ora che in ballo c’è la nuova programmazione e che, per la ripresa post Covid, il Molise non può di certo prescindere dalle opportunità dell’Europa. Ma a incidere in modo determinante sui ritardi, continua la Fanelli, c’è il modo in cui è stato gestito il reclutamento del personale. Dal 9 aprile scorso, sulla procedura di selezione di 22 collaboratori, è calato il silenzio. Dopo la pubblicazione della graduatoria degli ammessi alla valutazione di merito e la composizione della commissione, nessuno ne ha saputo più nulla. E così, mentre la procedura di selezione dei collaboratori sembrerebbe bloccata, perché i contratti co.co.co. a partire dal 1° gennaio di quest’anno non potevano essere più rendicontati sui progetti, parte delle attività del bando di selezione è stata esternalizzata fino al prossimo ottobre per una spesa di 39 mila euro. Il tutto, ovviamente, mentre i ritardi sui progetti restano. Delle responsabilità politiche e dei pericoli che tali ritardi stanno determinando, per la credibilità e l’autorevolezza della Regione Molise verso i partner europei, Toma è invitato a riferire in Aula, chiede perentoria la rappresentante del Pd che inoltre preannuncia anche che presto si aprirà il confronto su tutte le altre assistenze tecniche. Ma, intanto, il presidente della Regione ci dica quali procedure saranno attivate per garantire il reclutamento del personale necessario alla CTE e secondo quali tempi e modalità».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Lucio Pastore: “Elisoccorso non decisivo per salvare la vita al bambino di Venafro”

L’undicenne venafrano ricoverato al Santobono di Napoli continua la sua lotta per la vita …