Un sogno nel cassetto per 10 anni. Un post dal suo profilo sul più comune social network, che rimbomba forte e lascia l’eco propagarsi tra appassionati e curiosi. Una sfida iniziata con dedizione, portata avanti con coraggio, iniziata a soli 19 anni. Il suo tempo ha scandito da sempre un unico verbo infinito “crescere”. Oggi da molisani siamo tutti un po’ orgogliosi, perché si sà avere l’appellativo di figlia d’arte è un onore, ma portarlo avanti con la testa alta ha un peso specifico importante. E così spunta il nome di Martina Iacampo nella lista dei piloti presenti alla settima edizione del rally di Roma capitale, valevole per il campionato europeo rally e valevole ancora per il campionato italiano rally che nel 2020, per la prima volta, la vedrà tra i protagonisti. E’ sempre stato il sogno nel cassetto il
CIR, uno di quei sogni davvero difficili da raggiungere. Molisana leader nel settore delle bevande in Italia come all’estero, ha creduto fin dal principio nel progetto della driver portacolori della Molise Racing. Gara dopo gara Gino, Domenico e Fabio Di Iorio hanno scommesso su di lei, vincendo titoli importanti e guardando  sempre con la giusta prospettiva al futuro. Dopo un periodo complesso per tutti, dopo lo stop sportivo forzato causa pandemia che affligge il nostro quotidiano da mesi, si ricomincia a vedere la luce infondo al tunnel e lei lo fa con la massima grinta possibile. Con al fianco la navigata Toscana Titti Ghilardi, su peugeot 208 di Fg Racing attendiamo l’esordio nelle gare che contano della nostra portacolori Martina Iacampo.

Potrebbe interessanti anche:

Calcio, Serie D, big match al Di Tella tra Vastogirardi e Samb. Per il Termoli in programma un doppio turno interno

Prima mini-fuga della stagione. La vittoria nello scontro diretto contro il Trastevere ha …