Lo hanno definito un settore fuori controllo e ora annunciano lo sciopero del trasporto pubblico locale. I sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil, con la Cisal e l’Ugl hanno sottoscritto un documento nel quale mettono sotto accusa la Regione, ma indirettamente anche i gestori privati di un servizio, dicono, lasciato nelle mani delle imprese di trasporto locali che ne gestiscono anche la programmazione.

Se non interverranno fatti nuovi nemmeno dopo il nuovo presidio già in programma per la prossima seduta di consiglio il 22 luglio, lo sciopero è già previsto per lunedì 27, durante le quali i lavoratori incroceranno le braccia per quattro ore, dalle 19 alle 23.

Sotto accusa il mancato rispetto degli impegni assunti dalla Giunta prima e dal presidente Toma poi, da quando, cioé, ha assunto ad interim la delega tolta all’assessore Vincenzo Niro.

All’assenza di pianificazione del servizio, Cgil, Cisl, Uil, Cisal e Ugl, aggiungono i ritardi nell’attuare una riforma che vada verso l’affidamento del trasporto pubblico attraverso procedure di gara, anche per ridurre il numero di imprese che operano oggi, una trentina.

L’emergenza Covid, oltretutto, ha ingigantito anche alcuni problemi: le parti sociali lamentano l’assenza di sanificazioni periodiche e di pulizia giornaliere sui mezzi; la sospensione, non ancora avvenuta, della vendita a bordo dei biglietti da parte degli autisti. Peraltro, gli stessi autisti lamentano anche minacce e sanzioni da parte delle aziende per coloro che si oppongono alla vendita dei biglietti a bordo dei mezzi.

Un sistema di vendita in generale che, sempre a detta dei sindacati, è difficilmente rendicontabile e accertabile e i criteri di sostituzione dei pullman in relazione agli oltre 3 milioni di euro di finanziamenti nazionali del fondo sviluppo e coesione. I lavoratori lamentano anche ritardi anche di quattro mesi del pagamento della cassa integrazione per chi ha usufruito degli ammortizzatori sociali. Martedi torneranno a manifestare in via IV novembre

Potrebbe interessanti anche:

La frazione agnonese di Villacanale celebra il patrono San Giocondino

La frazione agnonese di Villacanale è tornata a celebrare in gran stile il patrono San Gio…