Home Attualità Un milione e mezzo di euro per le scuole molisane per attivare i laboratori didattici
Attualità - Evidenza - Politica - Regione - 15 Luglio 2020

Un milione e mezzo di euro per le scuole molisane per attivare i laboratori didattici

 

Non conosce sosta l’attività della Regione Molise nel campo dell’Istruzione: dopo diversi interventi messi in campo prima e durante l’emergenza covid, è stato pubblicato in questi giorni un altro Avviso Pubblico rivolto alle scuole molisane. Ha preso il via infatti “SCUOLAB”, un progetto rivolto alle Scuole Secondarie di Primo e Secondo Grado e agli ITS del Molise, un’idea che, nata con la Delibera di Giunta n. 572 dello scorso 30 dicembre, è destinata ad incidere concretamente e fattivamente sulla qualità dell’offerta scolastica della nostra regione.

 “SCUOLAB” – ha detto l’assessore regionale Roberto Di Baggio – è un’idea nuova, forse unica nel suo genere. E’ l’associazione tra scuola e laboratorio, già dal nome si intravede quella che è l’idea principale del progetto: creare un binomio costruttivo tra la scuola, gli studenti, il mondo del lavoro e la società civile. E’ un’idea nata dal confronto col territorio, con i ragazzi, che sono la vera fonte ispiratrice di ogni progetto innovativo, nata per arricchire il loro percorso scolastico con esperienze di tipo laboratoriale, a tutti i livelli e in tutti i settori. Si tratta di laboratori extracurriculari, finanziati dalla Regione Molise, che saranno attivate dalle scuole molisane per valorizzare il patrimonio culturale e territoriale, naturalmente nel rispetto delle specificità dei diversi percorsi formativi tipici di ogni indirizzo scolastico; per dare un accenno, possono rientrare laboratori creativi, laboratori di lettura, laboratori musicali, tecnologici e digitali.. ma anche laboratori di arti e mestieri, enogastronomici, di ecologia o di benessere psico- fisico o anche laboratori di lingue. Abbiamo cercato di abbracciare tutte le tipologie di esperienze possibili, così da consentire a tutti gli Istituti di presentare il proprio progetto, che sarà finanziato per un importo massimo di 20.000 euro, attraverso una griglia di valutazione che tiene conto di diversi parametri puramente oggettivi.

“Attenzione anche agli studenti con disabilità: è previsto – ha continuato Di Baggio –  un punteggio aggiuntivo per gli istituti che coinvolgeranno fattivamente studenti con disabilità certificata nel progetto, questo perché ogni studente deve avere la possibilità di esprimersi ed esprimere le proprie capacità e la propria intelligenza, così da fortificare le certezze dei ragazzi, specialmente i più deboli. I soggetti partner possono anche cofinanziare il progetto, contribuendo così ad innalzare il punteggio del progetto, per incentivare il mondo del lavoro ad investire sui giovani e sulla loro formazione, nella speranza che i nostri studenti non siano costretti ad andare via da questa terra, sempre più orfana delle migliori intelligenze, a beneficio di altre regioni o addirittura altri Paesi. La novità di SCUOLAB è che il progetto si conclude necessariamente con un “prodotto realizzato” che gli Istituti devono necessariamente presentare durante un vero e proprio “evento finale” , che dovrà realizzarsi entro il 30 novembre 2021: naturalmente le date nel progetto originario erano diverse, più ravvicinate, ma abbiamo deciso di slittare tutte le scadenze temporali nella speranza che il distanziamento sociale possa essere soltanto un ricordo”.

Intanto – ha detto ancora l’assessore –  gli Istituti aggiudicatari del finanziamento dovranno progettare e realizzare il prodotto finale, che, a seconda della tipologia di progetto, può essere un’app, una mostra, un oggetto, un manoscritto, un prodotto agricolo o biologico, un prototipo o qualunque altro risultato concreto e tangibile che rappresenti effettivamente il percorso vissuto dagli studenti e le competenze acquisite durante le fasi progettuali. Altra caratteristica profondamente innovativa è che il progetto deve obbligatoriamente essere presentato in partenariato con soggetti pubblici o privati: è questo un modo per intrecciare il mondo della scuola con gli altri attori del territorio, creando un terreno fertile per spingere gli studenti ad osservare da vicino il mondo del lavoro e, viceversa, per spingere i soggetti privati ad interagire con il mondo della scuola. Ora – ha concluso Roberto Di Baggio –  aspettiamo le idee e la presentazione dei progetti: le opportunità non mancano e sicuramente l’evento finale del 30 novembre 2021 sarà una buona vetrina per le intelligenze del nostro territorio, che ci sono e sono tante, sarà un’occasione per ricordare a noi stessi che il Molise non solo esiste, ma è un vivaio di opportunità per i nostri giovani e per il futuro di questa regione. SCUOLAB è un’idea semplice, ma spesso le cose semplici sono le più interessanti.”

Un’altra iniziativa per le scuole molisane, dunque,  dopo l’Avviso Ambienti Digitali, che ha finanziato diverse scuole medie e superiori della regione, ( la graduatoria è stata appena pubblicata) che possono così dotarsi di strumentazione digitale mai come ora importantissima per la qualità dell’offerta formativa. SCUOLAB vede protagonisti un po’ tutti: studenti, famiglie, Enti Locali, imprese e liberi professionisti.

Sul sito della Regione Molise è pubblicato l’Avviso pubblico, ricordiamo che la scadenza ultima per presentare i progetti è fissata al 31 ottobre 2020, con invio in forma telematica all’indirizzo pec regionemolise@cert.regione.molise.it con indicazione esplicita nell’oggetto della dicitura “SCUOLAB- Azione “Ampliamento dell’Offerta Scolastica/Formativa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Cascate del Carpino e Roccamandolfi, passeggiata naturalistica a cura di Molise Noblesse e Filitalia

Le Vie dell’Acqua, Cascate del Carpino e Cascata di Roccamandolfi, passando per il P…