Home Apertura Toma interviene sulle Zone Economiche Speciali: “Fondamentale è la semplificazione”
Apertura - Attualità - Evidenza - Politica - Regione - 15 Luglio 2020

Toma interviene sulle Zone Economiche Speciali: “Fondamentale è la semplificazione”

Zone Economiche speciali. Un mezzo per attrarre investimenti, ridurre le burocrazie, accompagnare gli insediamenti, attivare ricchezze e lavoro. Concetti più volte espressi dal Governatore Toma che reputa la Zes importante per il Molise e la sua economia. “Fondamentale è la semplificazione” ha sottolineato intervenendo al seminario web “Le ZES per nuove opportunità di investimenti” organizzato dalla Camera di commercio Italafrica centrale.
Secondo Toma la svolta reale può venire dall’attrazione di imprese estere, opzione sulla quale la Regione intende creare un focus specifico. “Ma questo – ha detto il governatore nel suo intervento – deve passare necessariamente attraverso il presupposto della semplificazione: è un obiettivo su cui dobbiamo concentrare tutti i nostri sforzi, in assenza del quale non si raggiungeranno risultati significativi». Toma ha ricevuto l’incarico dal Ministero della Coesione di coordinare tutte le regioni italiane interessate dalle Zone Economiche Speciali per migliorare le capacità attrattive in termini di significativa semplificazione per ogni tipologia di permessi e autorizzazioni necessarie. Il presidente molisano ha evidenziato il lavoro svolto nei mesi scorsi proprio sulla semplificazione normativa, sintetizzato in un pacchetto di proposte trasmesse al Ministero.
La Zes Adriatica interessa Molise e Puglia, e parlando in proposito Donato Toma ha ricordato come «dopo un periodo di tempo, neppure tanto lungo, le due regioni siano riuscite a chiudere insieme un momento importante della loro programmazione e delle loro ambizioni strategiche”. Ora, ha spiegato, si sta consolidando anche una posizione unica Molise-Puglia rispetto al sistema internazionale delle ZES. “Abbiamo già avviato i primi incontri a partire da Dubai – ha aggiunto il governatore – con una sola immagine“Adriatica”, continueremo a migliorarla e renderla sempre più completa, interessante e competitiva».
Toma ha in sostanza rimarcato che nel Molise tutto è pronto, anche se, ha specificato, in riferimento allo stato di attivazione della Zona economica speciale, non è cambiato molto rispetto a qualche mese fa. “Vuoi per ragioni legate alla pandemia, vuoi per la situazione di impasse che si è determinata, nonostante i reiterati solleciti inviati agli organismi competenti – ha sottolineato il presidente della Regione – mancano ancora le nomine nell’ambito del Comitato di indirizzo da parte della Presidenza del Consiglio e del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti. Una condizione che, di fatto, rende lo strumento non attivabile”. In ogni caso ha voluto chiarire specificado di essersi attivato e di aver inviato un ulteriore contributo in attesa di una riunione tematica della Cabina di regia sul tema specifico della semplificazione. “Semplificazione che – ha concluso ripetendo un concetto a suo avviso fondamentale – è l’elemento determinante per la ZES».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Domenica a San Pietro Avellana torna la Fiera del tartufo nero, tante le novità

Domenica prossima, 9 agosto, San Pietro Avellana celebra il mondo del tartufo con un inedi…