Home Evidenza Vulnerabilità sismica e Covid, il Comune di Campobasso avvia il monitoraggio sulle scuole
Evidenza - 13 Luglio 2020

Vulnerabilità sismica e Covid, il Comune di Campobasso avvia il monitoraggio sulle scuole

Non bastava il problema della vulnerabilità sismica, ora ci si mette pure il Covid a complicare la situazione delle scuole molisane. A Campobasso, in particolare, il tema della sicurezza degli edifici scolastici è particolarmente sentito, tant’è che negli anni passati, in particolare durante l’amministrazione Battista, diversi istituti scolastici furono chiusi perché considerati non sicuri dal punto di vista sismico. Ma in queste settimane, a tenere banco è anche la riapertura delle scuole nel rispetto della normativa anticovid, a cominciare dal distanziamento sociale che presuppone l’esistenza di spazi adeguati all’interno delle aule. Il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, ha incaricato i tecnici di avviare una ricognizione sugli edifici scolastici di competenza comunale per verificarne lo stato e soprattutto l’esistenza degli spazi necessari a consentire agli studenti di seguire le lezioni in presenza. La ministra dell’Istruzione Azzolina, nella sua recente visita in regione ha preso il Molise come esempio positivo, da questo punto di vista e si è detta tranquilla sulla ripresa delle lezioni, il 14 settembre. In realtà ci sono alcuni edifici scolastici che, oltre a presentare criticità dal punto di vista della vulnerabilità sismica, non avrebbero gli spazi necessari previsti dalle linee guida del ministero. E al di là della riorganizzazione delle aule con l’introduzione dei banchi salvaspazio, sarà comunque difficile garantire la distanza necessaria tra gli studenti. La ministra ha suggerito l’utilizzo di edifici dismessi, per ospitare gli studenti ma in Molise, quelli non più utilizzati versano in condizioni tali da non garantire la sicurezza. E per la esecuzione degli interventi di messa in sicurezza occorrerebbero risorse e soprattutto tempo. Che non c’è, visto che mancano due mesi alla ripresa delle attività didattiche. Insomma, è partita la corsa contro il tempo per riaprire le scuole in sicurezza e nel rispetto delle linee guida anticovid.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Termoli onora San Basso con le norme antiCovid: “Tempo per riscoprire il valore delle relazioni”

I festeggiamenti in onore di San Basso, patrono della città di Termoli e di tutta la dioce…