Home Attualità Polemica sulla rete di telecomunicazione in fibra ottica nel centro storico di Trivento, interviene l’assessore ai Lavori Pubblici Lomastro
Attualità - Evidenza - QD - Trivento - 13 Luglio 2020

Polemica sulla rete di telecomunicazione in fibra ottica nel centro storico di Trivento, interviene l’assessore ai Lavori Pubblici Lomastro

Polemica sulla rete di telecomunicazione in fibra ottica nel centro storico di Trivento, interviene l’assessore ai Lavori Pubblici Lomastro. “In merito alla polemica sorta sulla realizzazione, in pieno centro storico, di una infrastruttura passiva a Banda Ultra Larga, ritengo doveroso, a nome mio e dell’Amministrazione, fare alcune precisazioni – fa sapere l’assessore ai Lavori Pubblici, Angelo Lomastro – Premetto che l’iter approvativo del progetto, con relative scelte delle aree oggetto dei lavori, è stato avviato dalla precedente Amministrazione.  Ritengo quindi doveroso evidenziarlo non per cercare eventuali capri espiatori, o colpevoli, ma per sottolineare che l’amministrazione di cui faccio parte non è intervenuta in nessun modo nelle decisioni che hanno portato alla localizzazione dei siti oggetto delle recenti polemiche. Aggiungo anche che nessuno di noi mette in dubbio il miglioramento tecnologico e le possibilità che l’esecuzione del predetto intervento apporterà all’intera cittadinanza. I lavori hanno preventivamente ricevuto parere positivo, in data 3 aprile 2019, dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del Molise, che non ha, nel parere rilasciato, imposto nessuna prescrizione sulla ubicazione e sull’esecuzione delle opere, ad eccezione del solo vincolo dell’assistenza archeologica. Il sito sul quale sono state installate due cabine, con annessi pozzetti di collegamento, contestato da alcuni cittadini, è ubicato in Piazza Cattedrale e subito dopo la fine dei lavori il Responsabile dell’ufficio tecnico comunale ha prontamente diffidato la ditta esecutrice a ripristinare l’antica pavimentazione in pietra. Riconoscendo ed apprezzando, come sempre, l’ottimo lavoro svolto dall’ing. Marinelli, che ha dato anche indicazioni sulla necessità di procedere a numerare tutte le pietre rimosse al fine di evitare errori di riposizionamento, è sorta la necessità di riconsiderare la posizione di installazione dei manufatti. In data 6 luglio 2020, su mio invito precedente, ho avuto un incontro con il tecnico referente di Open Fiber SPA, proprio in Piazza Cattedrale, in merito allo spostamento, doveroso, delle cabine e soprattutto per considerare tutte le opere necessarie per mitigare l’impatto visivo delle stesse, salvaguardando la funzionalità complessiva dell’intervento e riducendo le opere di scavo e rimozione in un’area dall’alto valore storico architettonico, nelle more dell’acquisizione di tutti i pareri e delle valutazioni tecniche. Tanto si comunica – aggiunge Lomastro – anche per smorzare le inutili polemiche nate sui Social Media in questi giorni. Colgo l’occasione, infine, per ringraziare il capogruppo del gruppo consiliare “Futuro Trivento” per essersi confrontato spontaneamente con me, sulle possibili soluzioni alternative per il posizionamento delle cabine, in modo costruttivo e democratico su problematiche che riguardano l’intera collettività e non una sola parte politica, dimostrando così di saper fare una opposizione non necessariamente ostruzionistica o di principio, ma collaborativa nel rispetto delle rispettive posizioni e per il bene del paese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Cascate del Carpino e Roccamandolfi, passeggiata naturalistica a cura di Molise Noblesse e Filitalia

Le Vie dell’Acqua, Cascate del Carpino e Cascata di Roccamandolfi, passando per il P…