Home Attualità In forse la 25esima edizione del Festival Mario Lanza di Filignano

In forse la 25esima edizione del Festival Mario Lanza di Filignano

Michel Rongione

Era nato nel 1995 da un’idea geniale di Michel Rongione, filignanese con mentalità assai aperta ed avanzata provenendo dall’ambito lavorativo del turismo internazionale, si era affermato nel corso degli anni presentando personaggi di spicco del bel canto tricolore ed internazionale, aveva fatto conoscere Filignano, il suo territorio collinare ed il ”piccolo” Molise al grande pubblico sia italiano che straniero grazie ad un figlio della terra molisana capace d’imporsi oltre oceano con la sua bella voce di tenore, ma adesso dopo tanti fasti rischia di scomparire nell’anno in cui se ne sarebbe dovuto celebrare la XXV^ edizione. Stiamo scrivendo del Festival Mario Lanza di Filignano, appuntamento di metà agosto col bel canto nel nome del figlio artistico di Filignano, il tenore Mario Lanza, sull’accogliente ed assai ideale Piazza Municipio del Comune a sud del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise che per il 2020 è assai probabile, purtroppo, che non si tenga. Ad anticiparlo non nascondendo la personale contrarietà Michel Rongione, tornato ad organizzare l’evento dopo averlo creato nel 1995. L’uomo spiega che del Festival Mario Lanza se ne sarebbe dovuta tenere quest’anno la XXV^ edizione, ma fatti nuovi hanno bloccato la macchina organizzativa. In particolare il mancato varo da parte della Regione Molise del Bando della Cultura per promuovere e sostenere iniziative culturali di rilievo sul territorio regionale e la concessione a privati da parte del Comune di Filignano di Piazza Municipio, sito storico del Festival, per attività di ristorazione ed intrattenimento serale. Novità che, se non corrette e modificate per tempo, costringeranno a veder annullata la 25.a edizione del Festival Mario Lanza, appuntamento divenuto negli anni un punto fermo della cultura e dell’arte canoro/musicale non solo del Molise ma dell’Italia intera. A conferma dell’importanza assunta negli anni dal Festival si ricordano alcune delle presenze artistiche di spicco su Piazza Municipio, dinanzi alla Chiesa Madre di Filignano: dall’Orchestra e coro di Udmurtia (Russia) diretti dal M° Leonardo Quadrini a Katia Ricciarelli, dal tenore italiano Terranova al soprano molisano Laura Verrecchia, sino a tant’altri artisti di diversi continenti, onorati di esibirsi nella cittadina di Mario Lanza, affermatosi negli Usa come cantante lirico ed attore senza mai dimenticare le proprie origini molisane. Ed allora non resta che augurarsi che seppure in extremis intervengano fatti nuovi a consentire il regolare svolgimento dell’attesissimo Festival Mario Lanza di metà agosto a Filignano.
Tonino Atella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Cascate del Carpino e Roccamandolfi, passeggiata naturalistica a cura di Molise Noblesse e Filitalia

Le Vie dell’Acqua, Cascate del Carpino e Cascata di Roccamandolfi, passando per il P…