Il sindaco di Larino Puchetti protesta per la mancata realizzazione dei lavori di messa in sicurezza del ponte sulla Bifernina, all’altezza dello svincolo per Larino. “Sono due anni che attendiamo – ha spiegato – Si tratta di una infrastruttura strategica che serve non solo il centro frentano ma anche i Comuni che dalla sponda sinistra del Biferno per collegarsi alla 647 devono attraversalo per recarsi a Termoli o Campobasso. Un ponte che – ha ricordato il sindaco – dall’agosto 2018, dai giorni del sisma che ha interessato proprio questa zona non è più transitabile da parte dei mezzi pesanti e nemmeno dagli autobus di linea che salivano fino alla piazzola realizzata nelle vicinanze per facilitare, dopo anni di assenza, la salita e la discesa in sicurezza dei passeggeri.

Da due anni attendiamo che la Regione faccia qualcosa- ha proseguito – La situazione non è più sostenibile. Tutti i giorni noi sindaci dell’area riceviamo decine e decine di segnalazioni da parte dei nostri concittadini, dai tanti pendolari che hanno perso il diritto sacrosanto di recarsi al lavoro con i mezzi pubblici perché quest’ultimi non sono autorizzati a percorrere le rampe di accesso al ponte e quindi a transitarvi, nemmeno a senso unico alternato.

I fondi ci sono, chiediamo che siano attivate le procedure per procedere all’esecuzione dei lavori. Siamo stanchi di aspettare provvedimenti che in uno Stato di diritto dovrebbero avere la priorità perché necessari non a singoli cittadini ma alla comunità nel suo complesso”, ha concluso Puchetti.

Potrebbe interessanti anche:

Una famiglia alla guida della Caritas di Termoli-Larino

Il vescovo, mons. Gianfranco De Luca ha nominato i coniugi, il diacono Vito Chimienti e su…