Home Attualità Isernia. Fermi e Majorana-Fascitelli a corto di aule, corsa contro il tempo della Provincia

Isernia. Fermi e Majorana-Fascitelli a corto di aule, corsa contro il tempo della Provincia

Le linee guida sul covid hanno finito per accentuare i problemi degli istituti superiori della provincia di Isernia. Le principali criticità riguardano proprio il capoluogo. Ai circa 400 studenti del Fermi rimasti senza sede, se ne aggiungono altri 200 del Majorana e del Fascitelli. Non c’è abbastanza spazio e sarà dunque necessario cercare trovare un’alternativa. Il presidente dell’ente di via Berta, Alfredo Ricci, è a stretto contatto con i dirigenti scolastici per far sì che le lezioni inizino regolarmente il 14 settembre. Per quanto riguarda il Fermi – che per i prossimi due anni sarà interessato da lavori in messa in sicurezza – si pensa di trasferire alcune classi al Mattei, mentre le altre saranno ospitate in immobili messi a disposizione dai privati.
Per affrontare questa nuova emergenza il Governo, ha stanziato dei fondi – all’incirca 500mila euro – ma potrebbero non essere sufficienti. La situazione è complessa, ma Ricci ancora una volta rassicura le famiglie: il 14 settembre i loro figli faranno regolarmente lezione. La Provincia, per quanto di competenza, terrà fede agli impegni. Vanno un po’ meglio, invece, le cose ad Agnone e Venafro. Le difficoltà non mancano, ma le soluzioni sembrano essere alla portata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Cascate del Carpino e Roccamandolfi, passeggiata naturalistica a cura di Molise Noblesse e Filitalia

Le Vie dell’Acqua, Cascate del Carpino e Cascata di Roccamandolfi, passando per il P…