Home Cronaca Figli del Toro, riprendono le presentazioni del libro di Nicola Mastronardi
Cronaca - Evidenza - 7 Luglio 2020

Figli del Toro, riprendono le presentazioni del libro di Nicola Mastronardi

Alla sua uscita, il 1 dicembre dello scorso anno, aveva già segnato dei record. Con 35 presentazioni in due mesi e la prima edizione esaurita in meno di tre settimane, “Figli del Toro”, secondo lavoro dello scrittore molisano Nicola Mastronardi, da subito è stato accolto con entusiasmo e interesse dal folto pubblico dei suoi estimatori ed è per tutto questo che adesso è forte l’attesa per la ripresa delle presentazioni del libro fissate in un ricco calendario di appuntamenti: si ricomincia dall’Abruzzo e dal Molise.

Prequel del fortunatissimo “Viteliú. Il nome della libertà”, il nuovo romanzo, ambientato nel 91 avanti Cristo, ha da subito attirato l’attenzione piena da parte dei lettori delle cinque regioni nelle quali si sono tenute le presentazioni ospitate in luoghi anche prestigiosi come il Museo Nazionale archeologico delle Marche di Ancona e la sede romana della Società Dante Alighieri dove a presentare il libro Figli del Toro era stato un appassionato e ammirato Gianni Letta.

Poi la pandemia e la cancellazione di altre decine di appuntamenti previsti fra Marzo e Aprile scorsi hanno come congelato l’ascesa di popolarità di “Figli del Toro” che è stato comunque protagonista di almeno una ventina di conferenze on line tenute con successo dall’autore per essere poi ospite di Gigi Marzullo nella rubrica “Mille e uno libri” su Rai Uno nella puntata del 30 maggio scorso. Ora, con l’avvento dell’estate e la ripresa graduale della vita culturale, gli inviti per Mastronardi e il suo nuovo libro – prodotto da Flavour of Italy per Volturnia edizioni – iniziano a fioccare anche perché grande rimane l’aspettativa delle migliaia di lettori di Viteliú per questo secondo romanzo che, ambientato durante la prima fase della Guerra Sociale, narra anche la nascita della confederazione Italia.

“E’ proprio giunto il momento di ricominciare” dice dal canto suo Nicola Mastronardi che nel frattempo a Febbraio ha compiuto un lungo viaggio in Africa meridionale per realizzare quattro dei suoi documentari a cavallo nel mondo, due dei quali già andati in onda nella trasmissione Kilimangiaro di Rai Tre. “Sanniti e Italici – sottolinea lo scrittore – sono un tema da rilanciare anche alla luce del nuovo interesse che tour operators italiani e stranieri hanno per il nostro Appennino, culla di storia e di storie epiche e straordinarie. Tra esse la principale è proprio l’inizio del progetto che portò ad una unione di popoli in nome della libertà e della parità di diritti. I valori che fondarono la prima Italia”.

Ecco il calendario (ancora provvisorio) delle prossime presentazioni del libro: Altilia Sepino (Cb), 18 Luglio, ore 21.30 – Villetta Barrea (Aq), 25 Luglio, ore 17.00 – San Martino in Pensilis (Cb) 26 luglio, ore 18.30 – Altilia Sepino (Cb), 30 Luglio, ore 21.30 (da confermare) – Altilia Sepino (Cb), 8 Agosto, ore 21.30 – San Giovanni Liponi(Ch) 17 Agosto, ore 18.00 – San Salvo, (Ch) 18 agosto, ore 21.00 – Roccaraso (Aq) 19 Agosto, ore 17.00 – Altilia Sepino (Cb), 22 Agosto, ore 21.30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Allagamenti al cimitero di Campobasso, il sindaco: pronti a rescindere il contratto con l’impresa che gestisce il servizio

Sulla vicenda degli allagamenti al cimitero di Campobasso è intervenuto il sindaco, Robert…