Il trasporto pubblico locale su gomma continua a rappresentare fonte di continui disservizi e disagi per passeggeri e per gli operatori, sempre più stressati a causa di inadempienze che certo non dipendono da loro. I disservizi sono ormai all’ordine del giorno. L’ultimo, in ordine, di tempo, si è verificato qualche sera fa, protagonisti un gruppo di ragazzi, di età compresa tra i 15 e i 18 anni, partiti al mattino dal terminal di Campobasso, diretti al mare, a Termoli. Una giornata di svago che però si è conclusa nel peggiore dei modi, con rientro a casa quasi a mezzanotte a causa della cancellazione, senza preavviso, è la denuncia dei passeggeri, di due corse consecutive, da parte della Sati, delle 19,50 e delle 20,05 e con i passeggeri costretti ad attendere a Termoli fino alle 22,05. Alcuni genitori hanno chiamato i carabinieri per chiedere l’invio di una pattuglia al terminal per garantire la sicurezza ai ragazzi che erano lì in attesa del bus che li avrebbe riportati a casa. Alcuni genitori hanno presentato un esposto alla Sati.
Intanto la capogruppo in Consiglio regionale del Partito democratico, Micaela Fanelli, intervenendo sul problema dei trasporti, sollecita il ripristino delle corse soppresse per evitare ulteriori disagi ai pendolari.Una richiesta, per altro inoltrata anche da 85 sindaci molisani al presidente della Regione Toma. “Restano ancora troppe le difficoltà che i cittadini sono costretti a vivere a causa del ridottissimo numero delle corse deciso durante l’emergenza coronavirus – ha dichiarato – Disagi che per altro espongono i passeggeri anche a maggiori rischi di contagio. E’ ora che Toma si attivi immediatamente per risolvere il problema e che la Regione inizi a lavorare seriamente e con concretezza sulla programmazione – ha proseguito l’ esponente del Pd – soprattutto in vista della riapertura delle scuole a settembre. Cittadini e lavoratori non possono essere lasciati letteralmente per strada”, ha concluso la Fanelli.

Potrebbe interessanti anche:

Incontro Brunese-Di Santo, si rafforza la collaborazione tra Università e Asrem

Toni propositivi e costruttivi per rinsaldare la collaborazione Unimol-Asrem: oggi il rett…