Home Attualità Il presidente del Consiglio regionale Salvatore Micone commenta le due leggi approvate nell’ultima seduta
Attualità - Evidenza - Politica - Regione - 30 Maggio 2020

Il presidente del Consiglio regionale Salvatore Micone commenta le due leggi approvate nell’ultima seduta

II Presidente del Consiglio regionale Salvatore Micone è intervenuto su due leggi approvate nell’ultima seduta.
“La massima Assise regionale – ha commentato – ha approvato due importanti interventi legislativi: la legge che prevede contributi a sostegno dell’acquisto di parrucche ed attività di supporto in favore di pazienti oncologici sottoposti a chemioterapia e la legge per la promozione e la tutela dell’attività di panificazione”.
“Entrambe – ha detto ancora – vanno a colmare lacune legislative di cui il Molise era carente ed altre realtà regionali già si erano dotate. Abbiamo compiuto due grandi passi, come organo legislativo, che mirano a tutelare diversi cittadini tutti particolarmente meritevoli di attenzione e protezione, ossia i pazienti oncologici e le loro famiglie ed i consumatori e gli operatori che si occupano di panificazione.
Per quanto riguarda la prima legge, Micone ha sottolineato che si è voluto fortemente prevedere contributi economici per l’acquisto di parrucche e per le attività di supporto dei pazienti oncologici, “perché – ha evidenziato – crediamo che combattere il cancro, in tutte le sue tipologie, rappresenta un impegno per l’intera società e non soltanto per i malati ed i propri familiari. Questo perché in un organismo sociale sano, un solo componente che deve affrontare difficoltà serie di salute rappresenta una sconfitta per tutti e quindi ognuno, nelle proprie funzioni e competenze, deve adoperarsi ad aiutarlo e poi perché l’incidenza del cancro è molto alta e impattante sulle varie fasce della popolazione”. “Siamo fortemente convinti – ha rimarcato Micone – che curare un paziente oncologico non vuol dire solo cercare di eliminare le patologie che lo affliggono, ma anche adoperarsi a favore del suo benessere psichico e creare le condizioni ambientali affinché lo stesso possa affrontare nella maniera meno drammatica la situazione che la vita gli ha riservato. Con questa diposizione normativa, vogliamo cercare di dare un sostegno per evitare la sofferenza psicologica del malato oncologico, aggiuntiva rispetto a quella derivante già dalla malattia e dalle cure che ne conseguono, migliorando la qualità della sua vita – ha concluso – dando sostegno economico e morale affinché torni a vivere la normalità interrotta improvvisamente dalla malattia. Inoltre, la Regione garantisce uno specifico percorso di ascolto, sostegno ed accompagnamento dei pazienti e delle loro famiglie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Due gemelli morti al Cardarelli durante il parto: indagini in corso

Due gemellini sono morti durante il parto nella sala operatoria del Cardarelli di Campobas…