Home Attualità Confcooperative chiede Osservatorio per monitorare la ripresa produttiva ed evitare speculazioni
Attualità - Evidenza - 30 Maggio 2020

Confcooperative chiede Osservatorio per monitorare la ripresa produttiva ed evitare speculazioni

Rilevazione della temperatura corporea, utilizzo dei Dispositivi di Protezione Individuali specifici (mascherine, guanti, divise monouso, ecc.), continua sanificazione degli ambienti di lavoro, delle attrezzature e degli strumenti da lavoro, formazione specifica sulle procedure della pandemia, aggiornamento del Documento di Valutazione Rischi. Sono solo alcune azioni che le imprese devono farsi carico ogni giorno per fronteggiare l’emergenza COVID-19.

“I protocolli e le direttive per la sicurezza sanitaria COVID-19 – ha detto il presidente Domenico Calleo – indicano tutte le azioni da svolgere con regolarità per le attività produttive e commerciali,per non incorrere in sanzioni penali e pecuniarie. In questa fase di ripresa economica Confcooperative Molise evidenzia una serie di difficoltà legate alla riorganizzazione delle singole attività produttive ed in termini di reperimento dei Dispositivi di Protezione Individuali oltre che per i costi degli stessi. Infatti, il mercato è fuori controllo e come spesso accade,la speculazione la fa da padrona,le imprese si ritrovano a dover acquistare prodotti a costi esorbitanti pur di riprendere con coraggio la propria attività produttiva commerciale e dare un impulso positivo all’economia molisana. Urge un intervento degli organi di vigilanza per il controllo del mercato con sanzioni pesanti per chi specula a danno delle imprese e dei consumatori”.

Confcooperative ha quindi spiegato che nasce la preoccupazione per i costi di gestione delle suddette imprese che di riflesso rischiano di pesare sui propri bilanci di esercizio, causando con forti perdite.
“Le stesse – ha continuato Calleo – si vedono costrette a dover aumentare i costi di produzione e/o dei singoli prodotti, penalizzando, di fatto, i consumatori. A tale riguardo,le voci che circolano ci danno la sensazione che ben presto sentiremo parlare della Tassa COVID-19 da applicare su tutte le attività produttive e commerciali. Allo stato attuale non si hanno dati precisi sui costi relativi agli adempimenti giornalieri perle imprese nell’applicazion e dei protocolli e direttive sanitarie COVID-19. Confcooperative Molise è ben consapevole del valore della vita umana che certamente non può essere paragonata a un prodotto da bancone, quantificandone il costo per garantire la sua sicurezza: per la vita umana non esiste prezzo”.

In questo contesto, Confcooperative Molise chiederà alla Regione Molise l’istituzione di un Osservatorio Regionale con la partecipazione delle Associazioni di Categoria per il monitoraggio della ripresa economica e dei relativi problemi legati agli adempimenti dei protocolli e direttive sanitarie COVID-19.

“In attesa, dunque, degli auspicabili interventi che si attendono dalle istituzioni, la Confcooperative Molise ed il suo Centro Servizi di sistema – ha concluso Domenico Calleo – ha attivato un servizio di assistenza dedicato alle proprie associate per aiutarle nell’affrontare questa difficile fase 2 nel miglior modo possibile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Campus Peroni, c’è anche Annaelsa Tartaglione

Annaelsa Tartaglione, insieme alla collega Maria Spena, ha partecipato ieri al Campus Pero…