Chiauci. Prosegue l’attività operativa dei Carabinieri Forestali in provincia di Isernia per la tutela del ricco patrimonio naturalistico e per il contrasto agli illeciti in danno all’ambiente e al paesaggio. I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Carovilli hanno sottoposto a controllo tre tagli boschivi di proprietà privata effettuati nel comune di Chiauci e per tutti e tre hanno accertato la medesima violazione: un taglio eccessivo di alberi.
Si è trattato in particolare di tre cerrete governate ad alto-fusto ed estese nel loro insieme quasi un ettaro. Le tre multe notificate ai tre rispettivi proprietari raggiungono una somma complessiva pari a 2500 euro.
Prelievi eccessivi di alberi, fanno sapere dal Comando Gruppo Carabinieri Forestale di Isernia, possono determinare un impatto negativo sulla conservazione della biodiversità e sull’integrità ecologica dei boschi e causano una minore protezione del suolo dagli eventi meteorici, sempre più spesso violenti ed estremi, favorendo l’erosione e il verificarsi dei dissesti idrogeologici.
Sebbene la stagione silvana si sia chiusa per i boschi cedui dal 15 maggio scorso, i boschi di alto-fusto possono essere tagliati durante tutto l’anno e per questi l’attività di controllo dei Carabinieri Forestali nei prossimi mesi sarà molto rigorosa.
Non solo si verificherà che i tagli boschivi siano eseguiti in conformità alle norme di legge, ma nei cantieri forestali sarà verificata anche l’osservanza della normativa sulla sicurezza e sarà contrastato il lavoro nero e irregolare.

Potrebbe interessanti anche:

Tragedia nei boschi di Pescolanciano, muore un operaio albanese di 44 anni mentre tagliava un albero

Un uomo di 44 anni, di origini albanesi, è morto questa mattina nei boschi di Pescolancian…