Rabbia e indignazione a Venafro. Ecco quanto asserisce una signora domiciliata su piazza Mancino, cuore di un popolo quartiere residenziale della pianura: “Ma che sta succedendo a Venafro ? Sporcizia e rifiuti dappertutto, senza che nessuno intervenga!”. Vuole spiegare meglio ? “Su piazza Antonio Mancino, attorno alla quale abitiamo diverse centinaia di persone, viene abbandonato di tutto : dalle mascherine alla plastica, da bottiglie di vetro alle lattine, alla carta ect. nonostante che nelle vicinanze ci sia apposito contenitore dei rifiuti di cui però non ci si serve. Si preferisce abbandonare per strada e in piazza infischiandosene dell’educazione e della civile convivenza, atteggiamenti pessimi e purtroppo nuovi per Venafro. Il guaio è che non ci sono interventi educativi preventivi o, se proprio inevitabile, multando i responsabili di siffatta inciviltà. Ci chiediamo cioè perché le istituzioni preposte non si adoperano perché tale andazzo abbia a finire ?”. Altro problema, ancora più grave e preoccupante, esposto da un signore. “Dinanzi a talune attività -afferma l’uomo- nonostante le precise norme in materia di prevenzione dei contagi, ci si raduna a decine, ammassati, senza distanziarsi e senza prevenzione alcuna, ossia senza mascherine. Come tanti di noi cittadini vediamo siffatti pericolosissimi comportamenti, non li osservano anche i preposti al controllo della situazione perché il covid 19 finalmente sia debellato e lasciato alle spalle ? Ed allora perché costoro non invitano chi trasgredisce ad atteggiamenti diversi e più responsabili ? Temiamo cioè che, per colpa di taluni che non rispettano le giuste norme antivirus, il contagio possa espandersi pericolosamente. Chiediamo perciò interventi immediati perché le cose cambino !”.
Tonino Atella

Potrebbe interessanti anche:

Aida Romagnuolo: “Sanità martoriata, oltre al danno la beffa”

“Che sia sanità pubblica o che sia sanità privata accreditata, i molisani hanno un s…