Home Attualità Sindaci pronti a misure restrittive se non si rispettano le regole. Segnalati assembramenti per la movida
Attualità - Cronaca - Evidenza - 24 Maggio 2020

Sindaci pronti a misure restrittive se non si rispettano le regole. Segnalati assembramenti per la movida

Questo fine settimana è stato il primo della cosiddetta fase 2 con la riapertura di locali , bar e ristoranti. Sindaci e forze dell’ordine hanno lanciato, nelle scorse ore, appelli al rispetto delle regole e ad evitare assembramenti e annunciato controlli. Questa mattina, sui social, sono spuntate diverse foto con assembramenti a Campobasso, in Via Ferrari ma non solo. L’ordinanza del sindaco prevede la chiusura dei locali a mezzanotte. Diverse le segnalazioni social di ragazzi raggruppati che non hanno rispettato tutte le indicazioni. Venerdì la polizia locale ha diffidato due locali per non aver ottemperato alle direttive. “Se riscontro problemi e situazioni di non rispetto delle regole” ha detto Gravina “ chiudo settori della città. Il virus circola ancora e non possiamo permetterci di sbagliare”.
E anche a Isernia, resti di bottiglie, bicchieri e lattine di birra in ogni angolo del centro storico, soprattutto nel luogo simbolo, quello del monumento alle vittime del bombardammo. Ai suoi piedi c’è di tutto, sporcizia a non finire. Dimostrazione evidente che i raggruppamenti dei giovani ci sono stati nella notte di sabato. Per questo in mattinata, l’assessore all’ambiente, Domenico Chiacchiari, ha diffuso le foto preannunciando che chiederà al sindaco la chiusura anticipata alle 21 di tutti i locali per evitare sia che accadano di nuovo episodio del genere, sia per contrastare gli assembramenti per la sicurezza di tutti.
Anticipare alle 23 la chiusura serale dei bar e di altre attività di ristorazione anche a Termoli. Su questa possibilità sta ragionando, invece, il sindaco Francesco Roberti dopo le segnalazioni di assembramenti arrivate nella serata di ieri, sabato, in particolare in un punto di  Corso Nazionale ritrovo abituale di molti giovani e giovanissimi. “Per tornare alla normalità bisogna rispettare le regole. Se ciò non avviene – ha affermato Roberti – sarò costretto a intervenire con provvedimenti ancora più drastici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Due gemelli morti al Cardarelli durante il parto: indagini in corso

Due gemellini sono morti durante il parto nella sala operatoria del Cardarelli di Campobas…