Appuntamenti religiosi venafrani – il 16, 17 e 18 giugno in onore dei Santi Martiri Nicandro, Marciano e Daria – in chiave assai ridotta causa covid. Ne dà informazione la Pro Loco, facendo sapere che ci saranno pochi appuntamenti tradizionali tipici, date le restrizioni in atto per non alimentare contagi e pericoli. In conseguenza di ciò sempre la Pro Loco Venafro fa sapere che non ci sarà la tradizionale questua tra la popolazione per la raccolta delle offerte con cui si era soliti allestire i tre giorni di festeggiamenti religiosi e civili, ma per affrontare le spese necessarie solo banchetti dinanzi alla Basilica di San Nicandro e nelle piazze Vittorio Emanuele II e D’Acquisto per eventuali offerte da parte dei cittadini. Una Festa di San Nicandro quindi del tutto insolita rispetto al passato ed in forma assai contenuta, causa appunto il covid 19 che impone rinunce e sacrifici di non poco conto sotto il profilo sociale ed economico.

Tonino Atella

Potrebbe interessanti anche:

Festività di sant’Emidio a Roccavivara: realizzata una treccia di grano record lunga 310 metri. Madrina d’eccezione, la giornalista Selvaggia Lucarelli

Festività di sant’Emidio a Roccavivara: realizzata una treccia di grano record lunga 310 m…